A Casale raccolte 148 firme per lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste

CASALE MONFERRATO – Unità, solidarietà al sindacato e difesa della democrazia contro qualsiasi nostalgia del fascismo. Questi sono i messaggi arrivati e testimoniati dai partecipanti alla manifestazione indetta sabato in piazza Mazzini. “Casale Monferrato ha espresso una sincera volontà di rimarcare la forza dell’antifascismo come portato costituzionale irrinunciabile e unico possibile contesto del vivere democratico. Ieri come oggi e come domani. Non solo. La manifestazione, attraverso i tanti interventi ascoltati, ha definito con lucidità il pericolo che le crisi economica e sanitaria si trasformino in occasione di rifiuto acritico e strumentale delle istituzioni democratiche. Nella storia purtroppo questo è già accaduto” ha sottolineato Johnny Zaffiro di Casale Bene Comune.

adv-782

Sindacati, associazioni, forze politiche, sindaci del territorio e tanti cittadini hanno voluto testimoniare e dare voce ad una Casale che ha ben chiaro che con il fascismo e la violenza in politica non si possono ammettere ambiguità o ammiccamenti. “Esiste un discrimine chiaro e netto tra ciò che è democratico e quello che non lo è. La malafede e l’ignoranza di nostalgici e opportunisti non possono trovarci indifferenti. Una piazza colorata e plurale si è espressa dando vita e sostenendo la raccolta di firme (ben 148 quelle raccolte!) per lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste. Una piazza che idealmente si è legata a quella che nelle stesse ore manifestava a Roma ma che non ha tralasciato di esprimere un forte disappunto per le tante concessioni della nostra amministrazione comunale a idee e organizzazioni di stampo fascista: sostegno a iniziative di forze non democratiche e utilizzo di una toponomastica di comodo, avulsa al territorio e autoreferenziale. Noi vogliamo ringraziare tutti quelli che ci sono stati ed hanno reso possibile l’organizzazione di questo momento. Ancora una volta, come in altre situazioni spartiacque, dobbiamo raccogliere e farci conquistare dalla voglia di unità. Facciamolo insieme e facciamolo subito”.

adv-479