Ballottaggio Alessandria: “Abbiamo saputo farci carico dell’insoddisfazione degli alessandrini”

ALESSANDRIA – La candidatura di Giorgio Abonante è il frutto di un’opposizione netta e determinata, ma sempre nel merito e i risultati elettorali sono lo specchio fedele di questo suo profilo. Osservando da vicino i dati restituiti dalle urne infatti, Abonante capitalizza al meglio il suo impegno nel quartiere Europista, luogo nel quale ottiene quasi il 55% delle preferenze: i cittadini ivi residenti hanno premiato l’impegno contro la realizzazione del polo logistico a ridosso degli insediamenti residenziali. “Abbiamo saputo farci carico dell’insoddisfazione degli alessandrini in merito ad uno sviluppo urbano incontrollato e senza regole, imposto da un privato per i suoi interessi senza ascoltare le necessità dei cittadini“, commentano dallo staff del candidato di centro sinistra.

Viceversa il lavoro di Abonante non è riuscito ad arrivare capillarmente nei sobborghi e – in particolare – nella fraschetta dove le percentuali dei cittadini che gli hanno concesso fiducia si ferma a poco più del 35%: “I nostri risultati lì sono nettamente inferiori alla nostra media e questo nonostante nel nostro programma i sobborghi e la fraschetta siano oggetto di particolare attenzione, specie in relazione alla viabilità e ai collegamenti con il centro città. Non siamo riusciti probabilmente a raggiungere in maniera efficace gli abitanti di quella parte di città e questo sarà il nostro scopo principale fino al ballottaggio“.

I cittadini dei sobborghi hanno generalmente votato maggiormente (48,59%) rispetto al resto della città (45,89%) ma quella percentuale sale addirittura al 50,32% se escludiamo proprio Spinetta Marengo: se in generale l’affluenza è un problema di autorevolezza per qualsiasi sindaco dovesse essere eletto, Abonante ha necessità di riportare gli alessandrini alle urne perché nei quartieri in cui questo accade, la sua proposta per la città risulta più apprezzata rispetto a quella del competitor: nei primi dieci seggi con affluenza più alta, Abonante vince in sei e pareggia in uno: ottenendo anche tre dei suoi sei migliori risultati. “Ridare entusiasmo ai nostri concittadini dovrebbe essere l’obiettivo di entrambi i candidati ma per noi è un aspetto fondamentale perché nei luoghi in cui riusciamo a mobilitare le persone, queste sono propense a dare fiducia a noi e alle nostre“.