Rita Rossa non entra in Senato ma prosegue il suo impegno: “Abbiamo il dovere di un’opposizione seria”

ALESSANDRIA – Alla fine i numeri e le formule non hanno premiato Rita Rossa. Le speranze di una sua elezione in Senato sono svanite dopo i calcoli ufficiali sebbene, come lei stessa spiega il mancato incarico sia svanito “di poco“.

Mi spiace per tutte coloro e tutti coloro che in questo mese intenso di campagna elettorale si sono impegnate e impegnati sostenendomi e lavorando sodo per poter dare rappresentanza al nostro territorio – ha spiegato”. Rossa ha analizzato queste ultime elezioni rilevando “l’amarezza per la sconfitta ” insieme alla “delusione per il risultato complessivo e per l’affluenza ai seggi del 63,9%, il dato più basso della storia, un dato che deve assolutamente farci riflettere: è nostro compito trovare gli strumenti e i mezzi per ricostruire quel rapporto di fiducia tra politica ed elettori che continua ad affievolirsi sempre di più nel corso degli anni“. L’impegno politico tuttavia non mancherà, ha aggiunto Rita Rossa: “Abbiamo il dovere di un’opposizione seria in Parlamento ma dobbiamo lavorare anche per costruirla nel Paese. Lo dobbiamo fare a partire dai valori di equità e giustizia sociale scegliendo chi vogliamo rappresentare“. L’epilogo di queste elezioni tuttavia non allontanerà Rita Rossa dalla politica visto che ha già annunciato la volontà di “ripartire per ricostruire un legame più profondo con il territorio, con la nostra comunità. Continuerò comunque a esserci, al servizio dei cittadini, del territorio e del PD, la mia comunità politica”.
Rita.