ACQUI TERME – Enrico Bertero vuole mantenere la fascia di sindaco di Acqui anche per i prossimi 5 anni. L’attuale  primo cittadino ha ufficializzato la sua candidatura alle prossime elezioni amministrative della città termale.

A sostenerlo ci sarà il suo partito Forza Italia, le liste civiche “AcquiInsieme” e “Per #Bertero Sindaco” e per, questo secondo mandato, anche la Lega Nord. Il Carroccio, ha spiegato il sindaco, sarà fondamentale perché garantirà un apporto di persone e idee nuove per portare a termine altri importanti progetti per la città. Continua dopo il banner

adv-155

Tanti sono comunque i risultati già raggiunti in questi cinque anni di mandato, ha sottolineato il sindaco. Dai quasi due chilometri lineari di marciapiedi sistemati, ai 5,4 Km di banda larga che oggi servono la città termale. A questi numeri si sommano poi gli oltre 3 mila nuovi punti luce della città termale. Lampade a Led che hanno già iniziato ad alleggerire la bolletta di Palazzo Leviche potrà risparmiare il 50% rispetto a quanto pagava in passato” e che taglieranno anche le emissioni di CO2 in atmosfera “si passerà da più 1300 tonnellate a meno di 450″ ha ricordato Bertero. Tra “le promesse mantenute” l’attuale primo cittadino ha poi segnalato anche la riapertura del cinemaabbiamo tre sale funzionanti e a pieno regime” e l’avvio dei lavori al cimitero. “Nei prossimi 5 anni vogliano ultimare quanto iniziato nel primo mandato” ha chiarito Enrico Bertero. Da raccogliere ci saranno anche “i frutti” della complicata operazione delle Terme. “Da quest’anno si parlerà di investimenti. Alcuni milioni di euro che andranno all’Hotel Regina, alla piscina delle Antiche Terme e a quella monumentale, che verrà completamente rinnovata entro il 2017. Tutto questo porterà nuovi posti di lavoro e anche turisti, che verranno calamitati anche da altri importanti eventi, come la seconda edizione del campionato di scacchi senior che nel 2015 aveva portato nella città termale 256 giocatori, più famiglie, e fatto registrare circa 7200 presenze“.

Pronto per la campagna elettorale, il sindaco Bertero non sembra temere la concorrenza.Gli altri hanno tutti peccati originali. C’è chi ha creato uno straordinario indebitamento, chi appartiene a una forza politica macchiata dalla vicenda dell’ospedale e della discarica e poi c’è chi sconta una totale inesperienza che lo porta a non conoscere la differenza tra delibera e determina. Credo che affidarsi a persone competenti, con esperienza, vicine alla gente possa essere mossa la mossa vincente. Agli acquesi dico solo una cosa: scegliete un usato sicuro, scegliete Enrico Bertero.