ALESSANDRIA – Tra circa 20 giorni tornerà a fare politica attiva dopo un problema di salute che lo ha condizionato nelle ultime settimane. Renato Kovacic, infatti, non molla e conferma la volontà di candidarsi a sindaco di Alessandria per il Partito Comunista. A fine marzo sarà ufficializzata la lista degli aspiranti consiglieri. Ai microfoni di Radio Gold, Kovacic ha ribadito che si presenterà senza alcun alleato: al suo fianco, ha detto, ci saranno gli operai e i disoccupati.

Ho già parlato col segretario nazionale Marco Rizzo, confermando di voler andare avanti. Noi ci presenteremo da soli, nessuna allenza, i nostri alleati saranno gli operai i disoccupati e i disagiati” ha detto Kovacic ai microfoni di Radio Gold “il primo punto del programma sarà rivedere la gestione delle municipalizzate: c’è chi guadagna troppo e gli operai che ci rimettono e anche in Comune gli aumenti di stipendio sono troppi”. Continua dopo il banner

adv-426

Un altro capitolo da affrontare è, secondo l’esponente del Partito Comunista, la povertà: “purtroppo c’è tanta gente che rovista nei bidoni, che è costretta a dormire fuori. Guardate i giardini pubblici: ricordo i tempi del sindaco Mirabelli, quando ero consigliere comunale, quell’area verde era una favola, oggi non è più così.”

La sede del Partito Comunista si trova in via Martiri della Benedicta, 15.