ROMA – “Un confronto positivo e costruttivo”. I sindacati Feneal Uil, Fillea Cgil e Filca Cisl hanno valutato così il faccia a faccia di questo venerdì a Roma col ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Argomento della discussione le modifiche al nuovo codice degli Appalti e i possibili tagli. Solo lunedì scorso circa 800 lavoratori delle concessionarie autostradali avevano manifestato sulla A7 dal casello di Tortona.

A fianco del ministro Calenda e delle parti sociali questo venerdì erano presenti anche i rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e delle Holding delle Concessionarie autostradali Atlantia e Sias. Continua dopo il banner

adv-207

Il Ministro Calenda” hanno sottolineato Cgil, Cisl e Uil “si è reso disponibile ad individuare soluzioni concrete per gestire l’impatto della modifica normativa sulle imprese, salvaguardare l’occupazione e la qualità della progettazione e delle manutenzioni sulla rete autostradale.”

Per questo sarà istituito un tavolo tecnico interministeriale insieme al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e al Ministero del Lavoro, finalizzato a individuare soluzioni utili alla gestione della vertenza.

Nei prossimi giorni avranno luogo altri approfondimenti sui vari aspetti sollevati ed entro la metà della prossima settimana, hanno fatto sapere i sindacati, si terrà un nuovo incontro al Mise.

“È chiaro che, visto l’andamento del tavolo, al momento nessuna procedura di riduzione del personale sarà attivata. Da parte nostra, manterremo alta l’attenzione e chiediamo a tutti i soggetti di garantire il massimo impegno per la tutela di migliaia di posti di lavoro.”