CASTELLAZZO – BONBONASCA 4-0

Marcatori: 13′ e 61′ Rosset, 14′ rig. Molina, 38′ Piana. Continua dopo il banner

adv-328

FORMAZIONI:

CASTELLAZZO: Gaione, Cimino, Costa, Molina, Silvestri, Camussi, Viscomi, Genocchio, Zunino, Rosset, Piana.

BONBONASCA: Ferraroni, Zefi, Pagano, Lewandowski, Boyomo, La Caria, Mezzanotte, Echimov, Massaro, Chirico, Zamburlin.

CASTELLAZZO – Nel campionato di Eccellenza trionfa il Castellazzo nell’atteso derby contro la Bonbonasca, alla prima di mister Melchiori. I biancoverdi, imponendosi di misura per 4 a 0, sfruttano il passo falso del Saluzzo volando così a +11 in classifica proprio sui cuneesi.

Match sin dai primi minuti in discesa per i biancoverdi, che dopo aver sfiorato il gol con Viscomi sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Molina, si portano in vantaggio al 13′: Rosset riceve il traversone sul secondo palo, superano Ferraroni con una conclusione ravvicinata. Un minuto dopo, l’arbitro assegna un calcio di rigore a favore del Castellazzo, ammonendo Ferraroni per uno scomposto intervento in uscita su Piana. Molina si incarica della battuta dagli 11 metri, spiazzando il portiere della Bonbon. Doccia fredda per gli ospiti, i quali tentano la reazione al 21′ con Massaro: gran pallone in profondità di Lewandowski che non trova per poco l’aggancio dell’esperto numero 9. Il Castellazzo gestisce il vantaggio con ordine, trovando in ripartenza la rete del 3 a 0. Bellissima l’azione dei biancoverdi che parte dai piedi di Viscomi, pallone giocato in mezzo che trova prima il salvataggio sulla linea di Boyomo, e poi il tap in vincente di Piana su cui Ferraroni non può nulla. Prima frazione che termina sul 3 a 0, con un Castellazzo tambureggiante autore di una prima mezz’ora di ottimo calcio in grado di colpire una Bonbon mai pericolosa sotto rete, ad eccezione di qualche occasione sporadica sui piedi di Mezzanotte e Massaro.

Nel secondo tempo si ripete sostanzialmente il copione del primo tempo. Mister Melchiori inserisce Sola e Kutra al posto di Boyomo e Mezzanotte, nel tentativo di alzare il baricentro e riaprire il match. Ma la Bonbonasca rimane addirittura al 15′ in dieci uomini; espulso per doppia ammonizione Pagano dopo un fallo commesso a centrocampo su Piana. Il poker che chiude i conti al 19′: Piana palla al piede serve Rosset in area, il quale segna la sua tredicesima rete in questo campionato. Con  il fischio finale il Castellazzo matura un’importante vittoria, emergendo infatti oltre ai tre punti la prova di personalità e carattere del classe ’98 Viscomi, simbolo di una capolista in grado di far giocare e crescere giovani promettenti. La Bonbonasca invece, consapevole dell’estrema difficoltà di questa primo match dopo il cambio in panchina, lavorerà molto con mister Melchiori per provare sistemi di gioco e conseguire – consapevole del proprio potenziale – una salvezza tranquilla.

Squadre che riposeranno nella prossima giornata, per via del turno di riposo. Alla ripresa il Castellazzo  affrontarà in casa il Savigliano, mentre la Bonbonasca disputerà l’ostico impegno contro il Fossano.

Giacomo Pelizza