PROVINCIA – Trasferte per le due rappresentanti della provincia di Alessandria nel campionato di serie A2 di basket, questo fine settimana.

La capolista Novipiù Junior Casale farà visita a Siena, reduce dalla sconfitta in casa di Bertram Derthona. Palla a due domenica alle 18. Tra i toscani ancora assente il playmaker Alessandro Cappelletti che dopo l’operazione al ginocchio in pre season prosegue la riabilitazione. In dubbio Stefano Borsato.

“Andiamo a giocare sul campo di Siena, dove i nostri avversari sanno esaltarsi e produrre prestazioni di grandissima qualità, come testimonia la grande differenza di rendimento rispetto alle gare in trasferta” ha detto coach Marco Ramondino “Riescono ad elevare la loro capacità offensiva ad oltre 90 punti di media, hanno un giocatore come Ebanks che nelle partite casalinghe è a quasi 30 punti di media e tutti quanti trovano modo di esaltarsi ed avere performance di assoluta qualità. Come sempre per essere competitivi in trasferta serve andare oltre l’aspetto tecnico e tattico e giocare una partita di durezza e presenza, cercando di contenere i momenti di esaltazione dei nostri avversari”.

Sempre domenica alle 18 Bertram Derthona affronterà fuori casa Metextra Reggio Calabria. In forte dubbio Lorenzo Gergati, a causa del riacutizzarsi del dolore al ginocchio dopo un contrasto contro Siena e Francesco Quaglia per una tendinite acuta. È invece da valutare la situazione di Marco Spanghero, fermato da un problema muscolare nell’allenamento di giovedì.

“Affrontiamo una trasferta estremamente complicata giocando contro una squadra che in casa ha perso una sola partita e che arriva da due vittorie consecutive” ha detto coach Lorenzo Pansa “La Viola gioca una pallacanestro estremamente aggressiva in difesa ed arrembante in attacco: bisognerà disputare una prova estremamente attenta e solida dal punto di vista difensivo, controllando il ritmo offensivo. Arriviamo da una settimana estremamente problematica da un punto di vista fisico, che ci ha impedito di lavorare tecnicamente come avremmo dovuto, per cui sarà doppiamente importante l’impatto mentale sulla gara”.