AGGIORNAMENTO: 94^ Finita al Garilli. Pro Piacenza-Alessandria 1-1.

83^ Gol dell’Alessandria: Fischnaller tramuta in rete un lancio di Gonzalez, bucato dalla difesa rossonera.  Continua dopo il banner

adv-685

75^ Nei grigi sono entrati Celjak, Cazzola, Bunino e Fischnaller, quest’ultimo protagonista di un bel destro fuori di poco. Il Pro Piacenza stringe i denti e si difende con ordine, non sfruttando un contropiede innescato da una palla persa di Piccolo.

62^ Altra occasione clamorosa gettata via da Marconi che, incredibilmente, di testa non inquadra da due passi la porta. Poco prima Pastore ci aveva provato di sinistro non inquadrando la porta. Troppo centrale il precedente colpo di testa di Marconi. Al 52^ invece Alessandro ha provato a battere di destro da dentro l’area ma Gazzi ha provvidenzialmente respinto la sfera.

47^ Dopo due minuti di recupero termina il primo tempo. Incassato lo svantaggio l’Alessandria ha provato a reagire ma Gori non ha corso particolari pericoli. Pesa, in casa grigia, l’occasione gettata al vento da Marconi al 19^ minuto di gioco, a tu per tu col portiere avversario.

30^ Pro Piacenza in vantaggio con un destro chirurgico di Barba dopo che la palla era carambolata su Casasola. Poco prima i rossoneri avevano anche colpito il palo con un colpo di testa di Mastroianni.

15^ Gara pesantemente condizionata dalla pioggia. Dei grigi l’occasione potenzialmente più pericolosa con Gonzalez che non riesce a servire il compagno di reparto davanti al portiere avversario.

PIACENZA – Umiltà. Questa la parola d’ordine in casa Alessandria in vista dell’importante sfida di questa sera alle 20.30 col Pro Piacenza, un esame da non fallire per togliere lo “0” dalla casella delle vittorie e restare in scia del sorprendente quartetto di testa nel girone A della serie C: dopo due giornate, infatti, Viterbese, Olbia, Pistoiese, Carrarese guardano tutte le altre dall’alto in basso, a quota sei punti. La dimostrazione, secondo Stellini, che nessuna partita sarà scontata.

Nei grigi il tecnico recupera i tre squalificati del debutto: Gozzi, Branca e Sciacca. Unico indisponibile, oltre a Vannucchi, sarà il giovane centrocampista del Torino Matteo Rossetti, alle prese con una contrattura lombare. Panchina per Nicola Bellomo, possibile arma da utilizzare a gara in corso.

Tra i pali, quindi, toccherà ad Agazzi. Davanti a lui spazio a Casasola, Giosa e Piccolo in difesa, in mezzo Sestu e Pastore sulle fasce, con capitan Cazzola, Gazzi e Branca in mezzo, davanti potrebbe essere Bunino il prescelto a far coppia con Gonzalez, l’uomo che con un suo gol decise la sfida dello scorso campionato.

Il Pro Piacenza scenderà in campo con un 4-4-2, con Gori tra i pali, Messina, Beduschi, Belotti, Ricci in difesa, Bazzoffia, La Vigna, Aspas, Barba in mezzo, Alessandro e Mastroianni in attacco.

L’Alessandria ha tutte le carte in regola per migliorare il campionato dell’anno scorso, se avrà un pizzico di fortuna in più. Ed è una squadra allestita con giocatori importanti e di categoria superiore” ha detto mister Pea in conferenza stampa “saranno 90 e più minuti difficili perchè incontriamo quindi una squadra di assoluto valore. Noi, da questo punto di vista, non abbiamo nulla da perdere. La loro qualità tecnica è indiscussa e non saremo gli unici a temerla. Sono molto ambiziosi, li ho visti nella prima di campionato, e hanno valori importanti“.