PRO PIACENZA – ALESSANDRIA 1-1

Marcatori : Barba al 30′ (PPC) e Fischnaller all’83’ (AL). Continua dopo il banner

adv-706

ALESSANDRIA – Agazzi, Pastore (Bellomo), Giosa, Piccolo, Casasola, Sestu (Celjak), Nicco (Fischnaller), Gazzi (Cazzola), Branca, Marconi (Bunino) e Gonzalez. Allenatore: Cristian Stellini.

PIACENZA – Cambia il modulo, cambiano alcune pedine, ma il risultato è lo stesso di quindici giorni fa a Pontedera. Anche contro il Pro Piacenza l’Alessandria riagguanta nel finale il pareggio, dopo essere passata meritatamente in svantaggio. A pesare, oltre a una manovra ancora macchinosa non favorita dall’acquitrino del Garilli, sono gli errori sotto porta di Marconi, che in due occasioni ha clamorosamente fallito l’appuntamento con il gol da buonissima posizione. Errori che sarebbero potuti costare carissimi se Gonzalez, con la complicità di uno scivolone di un difensore piacentino, non avesse servito un pallone d’oro a Fischnaller, trasformato in gol dall’altoatesino. L’Alessandria ha mostrato piccoli passi avanti, ma per trovare la prima vittoria stagionale serve qualcosa in più.

Rispetto alla gara di Pontedera, mister Stellini attua alcuni cambiamenti. Com’era prevedibile dopo il test contro l’Atalanta, i grigi scendono in campo con il 3-5-2 con il rientrante Branca che prende il posto di Cazzola, mentre Giosa e Marconi sostituiscono Fissore e Fischnaller. L’Alessandria parte bene e sfiora il gol con Marconi, che però pecca in due occasioni di cattiveria e precisione. A passare in vantaggio, però, sono i padroni di casa: dopo un palo colpito da Mastroianni, alla mezz’ora a trovare la via del gol è Barba, che sugli sviluppi di un batti e ribatti in area aggancia il pallone e batte Agazzi. La reazione degli uomini di Stellini è confusionaria e favorisce la fase difensiva dei padroni di casa, bravi a chiudersi, ripartire in velocità e a costringere gli ospiti alle cattive per arginarli. A farne le spese sono Gazzi e Giosa, ammoniti dal direttore di gara.

Anche all’inizio della ripresa la manovra dell’Alessandria è lenta e prevedibile e troppo spesso ricorre a lanci lunghi che sono facile preda della difesa piacentina. Mister Stellini inserisce Fischnaller e Celjak, rendendo l’Alessandria più aggressiva, mentre Pea perde Mastroianni per infortunio, sostituito da Monni. Al 62′ Gonzalez serve sul un pallone d’oro a Marconi, ma l’attaccante grigio spreca nuovamente di testa da ottima posizione. E’ l’ultima occasione per l’attaccante di Follonica, che poco dopo viene sostituito insieme a Gazzi per far spazio a Cazzola e Bunino. Gonzalez e compagni cercano con più insistenza la via del gol, ma alla mezz’ora corrono un rischio enorme quando Piccolo perde un sanguinoso pallone, che però la coppia d’attacco piacentina non sfrutta. Mister Stellini tenta il tutto per tutto per tutto inserendo Bellomo al posto di Pastore e all’83’ l’Alessandria pareggia: Gonzalez lancia lungo per Fischnaller, che beneficia di uno scivolone del  diretto marcatore e trafigge Gori. I grigi si gettano a capofitto alla ricerca del gol vittoria, ma senza impensierire davvero il portiere avversario e dopo 4′ di recupero il match si chiude sull’1-1.

Appuntamento ancora rimandato con la prima vittoria stagionale per un’Alessandria che deve assolutamente lavorare ancora alla ricerca di più cattiveria e precisione in attacco e di velocità in fase di costruzione.