CASALE FBC – VARESE 4-2

Reti: pt 17’ Repossi (V), 43’ Marianini (C), st 2’ Garavelli (C), 8’ Cappai (C) su rig, 13’ M’Hamsi (C), 19’ Longobardi (V) Continua dopo il banner

adv-213

Casale Fbc (4-4-2): Baldi; Villanova, Cintoi, Marianini, M’Hamsi (38’ st Battista); Fassone 29’ st Vecchierelli), Dansu (33’ st Buglio), Garavelli, Simone; Merkaj (34’ st Pavesi), Cappai. A disp.: Consol, Giuseppin, Olearo, Draghetti. All.: Ezio Rossi (squalificato, in panchina il preparatore atletico Fabio Cane)

CASALE MONFERRATO – Con un poker di reti calato a cavallo tra la fine del primo tempo ed il primo quarto d’ora della ripresa, il Casale Fbc supera con un perentorio 4-2 il Varese del grande ex Salvatore Iacolino e, alla terza giornata di serie D, ottiene la prima vittoria stagionale. Contro i biancorossi al “Natal Palli” (circa 500 spettatori, nonostante il turno infrasettimanale pomeridiano), Garavelli e compagni raccolgono sempre il massimo della posta in palio.

Era successo lo scorso campionato con la prestigiosa vittoria per 2-1. Questa volta i “Neri” hanno fatto le cose in grande, innestando il turbo in un devastante inizio secondo tempo, con tre reti segnate in meno di un quarto d’ora che fanno fatto la differenza e permesso di compiere una grande impresa, ovvero un’importante iniezione di fiducia per il prosieguo del campionato. Dopo il vantaggio iniziale dei biancorossi, i nerostellati di mister Ezio Rossi (squalificato, ha seguito il big match in tribuna) hanno avuto il merito di non disunirsi e di costruire gioco. Provvidenziale il pareggio giunto alla fine della prima frazione che ha consentito ai padroni di casa di affrontare la ripresa rinvigoriti fisicamente, caratterialmente e con una marcia in più. Il Varese si è sciolto come neve al sole, incapace di reagire ai tre schiaffoni giunti in successione nello spazio ravvicinato di 13 minuti. Tardiva la reazione dei biancorossi, giunta solo dopo aver segnato il secondo gol, con il Casale che nel finale di partita ha fatto buona guardia, serrando i ranghi e non concedendo spazi.

La cronaca. Il parzialmente soleggiato pomeriggio di fine estate vede il Casale schierarsi con un più prudente e solido 4-4-2. “Neri” senza lo squalificato Mazzucco e con il convalescente Draghetti, per la prima volta in distinta. Dopo un diagonale di Simone (14’) parato dal portiere ospite Bizzi, il Varese sblocca il risultato al 17’. Una rapida azione corale biancorossa viene conclusa da Repossi che supera Baldi con una precisa conclusione appena dentro l’area: 0-1. La squadra di mister Iacolino continua a premere al cospetto di un Casale che costruisce molto, ma senza creare pericoli a Bizzi. Il Varese al 34’ sfiora il raddoppio. Zazzi dal limite dell’area chiama Baldi alla deviazione area da sotto la traversa con palla in calcio d’angolo. Al 43’ il Casale ottiene il gol del pareggio che riapre la sfida. Corner battuto da Garavelli, testa di Cappai che centra il primo palo, palla in campo per l’accorrente Marianini che a porta vuota insacca: 1-1.

Nella ripresa, comincia lo show nerostellato. Al 2’ azione personale di Merkaj che entra in area e perde palla e corta respinta difensiva. Garavelli scarica un preciso rasoterra che termina nell’angolino basso del secondo palo: 2-1.

Il Casale è inarrestabile e sei minuti dopo triplica. Cappai viene toccato fallosamente da tergo da Granzotto. Calcio di rigore che lo stesso Cappai (terzo gol in altrettante partite) trasforma agevolmente: 3-1. Non finisce qui. Il Varese, messo alle corde, crolla sotto le incursioni dei nerostellati che al 13’ fanno poker. M’Hamsi mette la palla in rete al termine di una devastante azione di contropiede con protagonista la coppia Fassone-Garavelli, quest’ultimo migliore in campo: 4-1. Il Casale, sulle ali dell’entusiasmo, allenta la presa favorendo la ripartenza del Varese che al 19’ segna la seconda rete. Cross del neoentrato Lercara per capitan Longobardi che segna di testa: 4-2. Gli ospiti reagiscono, seppur tardivamente, e vanno alla ricerca di un’altra rete. Il Casale si compatta davanti alla propria area e argina con ordine i tentativi del Varese. Mister Ezio Rossi inserisce forze fresche (nell’ordine Vecchierelli, Buglio, Battista e Pavesi) che permettono al collettivo di gestire con oculatezza il prezioso risultato.

Unico brivido corso al 39’, con il colpo di testa dell’altro neoentrato Arca che termina a fil di palo. Dopo cinque minuti di recupero il “Palli” festeggia con i nerostellati a raccogliere l’applauso del soddisfatto pubblico di casa. Dall’altra parte, i giocatori del Varese (un solo unto in tre partite), a capo chino, chiamati a gran voce dai propri sostenitori, ricevono i rimproveri dei propri tifosi, collocati nel settore ospiti. Il Casale è ora chiamato a due gare consecutive in trasferta a cominciare dalla partita contro il Borgaro Nobis.