CASALE FBC – OLTREPOVOGHERA 1-2

Reti: pt 20’ Cominetti (O); st 45’ Duca (O), 46’ Cintoi (C).

Casale Fbc (3-5-2): Varesio; Tambussi (5’ st Garavelli), Cintoi, Villanova; Mazzucco, Simone, Fassone (26’ st Colla), Alvitrez (7’ st Birolo), M’Hamsi; Pavesi, Anastasia (43’ st Marianini). A disp.: Consol, Battista, Alberici, Vecchierelli, Cardini. All.: Melchiori.

CASALE MONFERRATO – Seconda sconfitta casalinga consecutiva per il Casale Fbc che non riesce a sfatare il tabù “Natal Palli” e sprofonda sempre più in basso in classifica dopo la quinta giornata di ritorno. Dopo il Borgaro Nobis, anche l’OltrepoVoghera ottiene il massimo vincendo 1-2. I nerostellati di mister Melchiori (non vincono in casa dallo scorso 1° ottobre contro l’Inveruno) sono ormai in piena crisi di idee, gioco e risultati. La tifoseria ha duramente contestato la squadra. Al triplice fischio di chiusura, divisi dalla rete di recinzione, giocatori e tecnico hanno avuto un faccia a faccia lungo più di dieci minuti con i Boys Casale: i tifosi hanno chiesto al collettivo di risollevarsi e di mostrare attaccamento alla maglia per evitare che la situazione non diventi ancora più preoccupante di quanto non sia già adesso. Ancora una volta l’incontro contro una diretta avversaria che doveva rappresentare la svolta in chiave salvezza diretta, si rivela invece l’ennesima disfatta che relega i Neri al quartultimo posto, sempre più invischiati nei play out, i temutissimi spareggi salvezza di fine stagione.

Delle ultime tre gare consecutive disputate a gennaio tra le mura amiche (Castellazzo, Borgaro Nobis e OltrepoVoghera) quella contro i rossoneri oltrepadani è stata la peggiore in assoluto con un Casale evanescente, inconcludente e mai pericoloso per l’intera partita.

La cronaca. Pomeriggio freddo e uggioso ma senza nebbia (si gioca tuttavia con i riflettori accesi su richiesta del direttore di gara, Collu di Cagliari) con terreno allentato per le piogge degli ultimi giorni e circa trecento spettatori sugli spalti. Prima del match la tifoseria casalese ha premiato capitan Mazzucco per le 100 presenze con la casacca dei “Neri”. Mister Melchiori rinuncia agli infortunati Todisco, Buglio e Cappai, con Garavelli e anche Cardini in panchina. L’attaccante, dato titolare dal primo minuto nella distinta ufficiale fornita dal sempre solerte ufficio stampa nerostellato, ha invece accusato problemi muscolari pochi istanti prima di scendere in campo, con Pavesi dunque schierato in attacco con Anastasia nel modulo 3-5-2. Alvitrez (6’) chiama alla parata sicura Cizza con un tiro centrale dalla lunga distanza. Dopo una punizione alta di Fassone (10’), al primo tentativo l’OltrepoVoghera passa in vantaggio con una rasoiata-eurogol di sinistro di Cominetti (ben servito da Bondi) che termina all’incrocio dei pali: 0-1. Il Casale appare intontito ed incapace di reagire. Ne approfittano gli oltrepadani di mister Guaraldo che alla mezzora sfiorano il raddoppio con Coccu: conclusione dal limite e palla fuori di un soffio dall’incrocio dei pali con Varesio colpevolmente immobile tra i pali. All’uscita dal campo e al rientro dall’intervallo serpeggiano i malumori dei tifosi.

Nella ripresa, dopo cinque minuti entra Garavelli per Tambussi, Il Casale cambia modulo passando al 4-4-2 con M’Hamsi terzino sinistro e Simone arretrato sulla corsia di destra. Nulla cambia in positivo. Anzi. L’OltrepoVoghera, giacando in maniera ordinata, convinta e puntuale nei raddoppi di marcatura, sfiora nuovamente il raddoppio con Duca (9’): rasoterra angolato dalla lunga distanza che costringe Varesio a rifugiarsi in angolo. Il Casale si affida a capitan Mazzucco (18’) ma la conclusione è da dimenticare con palla altissima. Poco dopo viene ammonito Cintoi che, già diffidato, salterà la prossima trasferta di Inveruno. Poco prima della mezzora, Melchiori tenta la carta del giovanissimo attaccante Colla (2000) per Fassone e Casale ora in campo con il 4-3-3. Mentre la nebbia comincia ad avvolgere il “Palli”, i Neri, disordinatamente e privi di trame di gioco, si riversano in avanti alla ricerca del pareggio, offrendo tuttavia il fianco al contropiede avversario. Al 42’ svirgolone difensivo di M’Hamsi con doppia conclusione ravvicinata di Tresca e Coccu con respinte di Varesio e difesa. Al 45’ arriva puntale il raddoppio ospite. Duca si invola per vie centrali, resiste al tentativo di recupero di M’Hamsi e segna con una potente conclusione che tocca la parte bassa della traversa prima di insaccarsi: 0-2. Palla al centro e capovolgimento di fronte con l’illusorio gol del Casale. Pavesi tiene palla a fondocampo sulla destra, rasoterra in area dove Cintoi trova il varco giusto per realizzare: 1-2. Ormai è troppo tardi per raddrizzare una partita compromessa.

I titoli di coda giungono così ad archiviare l’ennesima Caporetto casalinga delle casacche nerostellate.