Ormai era, purtroppo, scontato ma ora è ufficiale. Altri punti in meno per il Casale Calcio, visto che ieri scadeva il tempo limite entro il quale versare stipendi e contributi ai tesserati delle mensilità di gennaio e febbraio, una eventualità già anticipata dal direttore sportivo Giorgio Danna, nella conferenza stampa di domenica. Già settimana scorsa la società monferrina era stata deferita per il mancato saldo dei mesi di novembre e dicembre. Con tutta probabilità, però, la penalizzazione riguardo le inadempienze del 2013 dovrebbe ricadere sulla prossima stagione. Intanto l’assemblea dei soci della Casale Comunication and Marketing resta convocata per le 19 di questo venerdì. Alla riunione però, non dovrebbe partecipare Matteo Dellera, colui che ha fissato data e ora dell’assemblea ma che, nel mentre, è stato destituito da amministratore delegato dalla proprietà. A prendere il suo posto, come già scritto lunedì, è stato l’avvocato Domenico Falanga, legale di Paolo Di Stanislao, colui che, già prima di Pasqua, annunciò la copertura della ricapitalizzazione con la sponsorizzazione della bibita Forza Blu, un’operazione ritenuta però non conforme al regolamento da Dellera che si è rifiutato di avallarla. Con Dellera “in fuorigioco”, però, questa procedura è destinata a concretizzarsi.