Al Casale proseguono sottotraccia i contatti con un gruppo di acquirenti che ha chiesto informazioni sulla società. A fare da intermediario il direttore sportivo Giorgio Danna. Sul nome e sulla provenienza di questi soggetti resta il massimo riserbo. La prossima settimana dovrebbe essere ultimato il lavoro del professionista incaricato, “a titolo di cortesia”, di certificare il bilancio della compagine nero stellata al 30 aprile, così da sottoporre cifre più chiare a chi potrebbe entrare in gioco. Se veramente esiste la possibilità di una entrata sulla scena di qualche volto nuovo, sarà inevitabile cercare di coprire, per quanto possibile, l’attuale passivo. Per questo si starebbe valutando la fattibilità di un’operazione bancaria per l’anticipo di una parte dei crediti che il Casale vanta verso la Foppiani. Sulla carta l’istituto di credito stanzierebbe in tempi brevi una data cifra, da restituire poi in un secondo tempo e con gli interessi. La soluzione estrema, comunque, resta la messa in liquidazione, una mossa che, però, metterebbe a serio rischio la permanenza dei monferrini in Serie D, vista la stringente selezione che la Lega Dilettanti farà nei confronti delle società in crisi.