ALESSANDRIA-ALBISSOLA 2-0. Reti: De Luca, Sartore

La cronaca: Poche le emozioni nel primo tempo. Al 17^ Bezziccheri ci prova di testa su corner ma Pop para senza problemi. Al 23^ è la volta di Gazzi ma la sua inzuccata finisce a lato. La prima conclusione nello specchio della porta ligure è di Zogkos a tre minuti dall’intervallo con un tiro dalla lunga distanza con poche pretese. Nella ripresa la squadra ligura sfiora più volte il vantaggio: Russo coglie due volte la traversa, al 61^ con una conclusione mancina e al 78^ con un destro su punizione. Al 70^, invece, era stato provvidenziale Pop a sbarrare la strada a Bezziccheri dopo un errore di Delvino. All’84^ ci prova Badan ma non inquadra la porta. Quando sembrano ormai scontati i supplementari ci pensa De Luca a sbloccare il match con un imperioso colpo di testa su corner a un minuto dalla fine. In pieno recupero arriva anche la serpentina ubriacante di Sartore che manda al tappeto i liguri e fa partire i titoli di coda.

Il commento: Questo primo turno non entrerà di sicuro negli annali del bel calcio, ma chissà che non rappresenti un’iniezione di fiducia nella squadra di mister D’Agostino. Sia chiaro: le difficoltà in fase realizzativa palesate nelle prime gare di campionato persistono e per più di 85 minuti l’Alessandria è stata pressoché nulla dalle parti di Albertoni. Anche la retroguardia, specie nel secondo tempo, ha commesso troppi errori che avrebbero potuto costare caro, ma la traversa e un attento Pop negano ai liguri la gioia di un meritato gol. Ma il calcio è imprevedibile e spesso crudele, e nel momento forse di maggior sofferenza i grigi trovano i due guizzi vincenti: a una manciata di secondi dalla fine la zuccata di De Luca e poco oltre il 90′ una splendida serpentina di Sartore regalano la vittoria all’Alessandria. Che sia la svolta per il numero 9 grigio, capace di trasformare in oro l’unica occasione concessagli? Che sia la conferma di un Sartore in forma, implacabile in velocità? Solo il tempo e la pazienza potranno dare le risposte. C’è ancora molto da lavorare, ma al “Piola” contro la Pro Vercelli, per un match che evoca bellissimi ricordi in tema di Tim Cup, andrà l’Alessandria.