casale fezzanese

CASALE FBC – FEZZANESE 2-1

Reti: 2’ Angelo Buglio (C) su rig., 14’ Zavatto (F); st 29’ Coccolo (C)

Casale Fbc (4-3-1-2): Consol; Villanova, Todisco, Bettoni, M’Hamsi; Vecchierelli (27’ st Mazzucco), Angelo Buglio (39’ pt Pavesi), Sadouk; Marinai (45’ st Cintoi); Testardi (17’ st Cappai), Coccolo. A disp.: Fontana, Fabbri, Di Giovanni, Petrillo, Provera. All.: Francesco Buglio

CASALE MONFERRATO – Terza vittoria consecutiva per il Casale FBC che supera 2-1 al “Natal Palli” la Fezzanese (un solo punto nelle ultime sette giornate per la squadra frazione di Portovenere, nello Spezzino, ora in piena zona play out) nella partita della dodicesima giornata del girone A del campionato di serie D. L’inedita sfida tra nerostellati e verdi liguri, chiusa a favore di Bettoni e compagni, permette alla squadra del presidente Giuseppino Coppo di scalare la classifica e di attestarsi ora al sesto posto a quota 19, ad una sola lunghezza dalla zona play off. Partita difficile e non bella quella disputata dai padroni di casa, imbrigliati a lungo da una Fezzanese dalle idee chiare, ordinata e precisa in fase di organizzazione e costruzione del gioco, con non pochi grattacapi creati a Consol. Prime due reti giunte su palle inattive nel primo tempo (calcio di rigore per il Casale di Angelo Buglio e pareggio di testa di Zavatto su calcio d’angolo per la Fezzanese). Nella ripresa, nel momento di maggior sofferenza per i padroni di casa con la Fezzanese vicina al gol con Diallo (migliore in campo insieme a Todisco e Coccolo) ecco, quasi a sorpresa, la prodezza di Coccolo, risolutore della partita ed ispirato contro le squadre liguri: sua infatti anche la rete vincente contro il Sestri Levante alla prima giornata sempre al “Palli”. Partita dunque decisa dagli episodi, con il vento in poppa questa volta per il Casale, guarito dalla “pareggite” e, pur soffrendo e senza la guida a centrocampo dello sfortunato Angelo Buglio (uscito dopo mezzora per infortunio), si trova ora arroccato nelle zone che contano della classifica.

La cronaca. Tutto il mondo si mobilita contro la violenza sulle donne in occasione della Giornata dedicata dall’ONU a questo grave fenomeno. Anche la Serie D dà il suo contributo per sensibilizzare il pubblico nelle gare del Campionato d’Italia in programma in questo fine settimana. La Lega Nazionale Dilettanti, attraverso i suoi Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile, ha aderito alla campagna contraddistinta dall’hashtag #nonènormalechesianormale, ed alla quale si sono uniti tantissimi personaggi delle istituzioni, della cultura, dello spettacolo ed anche dello sport. Tutti i calciatori ed i partecipanti ai match della giornata di campionato sono scesi in campo con un segno rosso dipinto sul viso.

Oltre 350 spettatori in un pomeriggio grigio e plumbeo, con qualche sprazzo di sole e temperatura di 9 gradi centigradi. Casale in campo con l’inedito 4-3-1-2, con Marinai alle spalle della coppia offensiva Coccolo-Testardi. Mister Francesco Buglio deve rinunciare agli infortunati Simone e Cardini e con il recuperato portiere Fontana in panchina. Calcio d’inizio battuto dai nerostellati e dopo 20 secondi si segnala la prima occasione da rete. Palla filtrante da Marinai per Coccolo che si invola a rete e viene toccato fallosamente in area dal portiere Greci, ammonito: calcio di rigore concesso dal direttore di gara Borriello. Dopo lunghe proteste degli ospiti, che chiedono anche un fuorigioco alla assistente Rosy Floriana Barbata, Angelo Buglio trasforma il penalty con un tiro sicuro e potente: 1-0. Casale ancora pericoloso al 13’. Sadouk a fondocampo serve un retropassaggio per M’Hamsi, assist per Villanova con conclusione parata da Greci. Passa un minuto e la Fezzanese, al primo tentativo, pareggia. Calcio d’angolo battuto con precisione da Baudi e preciso colpo di testa di Zavatto che insacca alle spalle di Consol: 1-1. La Fezzanese gioca bene e si rende pericolosa al 24’. Punizione di capitan Baudi in area per Grasselli che, a tu per tu con Consol, tira di poco fuori. Al 31’ brutto infortunio per Angelo Buglio in un contrasto a centrocampo con un avversario. Gioco sospeso per quasi dieci minuti. Il centrocampista nerostellato accusa dolore al costato e fatica a respirare. I sanitari intervenuti gli applicano la mascherina con l’ossigeno. Caricato sull’ambulanza del 118 presente allo stadio, Angelo Buglio viene inviato al Pronto Soccorso dell’ospedale “Santo Spirito” per accertamenti. Infortunio dunque serio, ma il giocatore, sempre vigile e cosciente, fa un cenno rassicurante con la mano alla tribuna e a papà Francesco, visibilmente teso in panchina. Si parla di un problema di costola incrinata o rotta con difficoltà respiratorie. Con l’ingresso di Pavesi, il modulo dei nerostellati ritorna al tradizionale 4-3-3.

Nella ripresa, si vede ancora tanta Fezzanese alla ricerca del gol vittoria scacciacrisi. Al 10’ tiro cross rasoterra di Marcellusi, Consol tocca ma non trattiene, capitan Bettoni anticipa Diallo mettendo in corner. Diallo è incontenibile e al 21’ sfiora il gol con un tiro ravvicinato, respinto dall’attento Consol e deviato in angolo dall’accorrente Todisco. Una nota di colore. Tra i vari cambi al 27’ Mazzucco sostituisce Vecchierelli. Sostituzione made in “Leardi” (primo istituto tecnico italiano, fondato nel 1858, dove nacque nel 1909 il Casale Football Club ad opera di Raffaele Jaffe) con il maturando geometra che subentra al maturando ragioniere. Nella fase di maggior pressione dei liguri, arriva il gol partita del Casale. Coccolo (29’) lotta sulla trequarti ed ottiene una preziosa rimessa in gioco, effettuata da M’Hamsi sulla sinistra, per l’attaccante nerostellato che sorprende Greci con uno spettacolare conclusione di destro che termina nell’angolino basso sul secondo palo della porta spezzina: 2-1. La Fezzanese non demorde ed il solito Diallo (32’) chiama Consol ad un’altra impegnativa parata. In pieno recupero (47’) Sadouk (in campo tutto il secondo tempo con un vistoso cerotto al naso dopo uno scontro con Rrkoaj alla fine del primo tempo) centra la traversa con un bolide da fuori area, sfiorando la terza rete casalese. Finisce con la squadra che festeggia dapprima centrocampo, per raccogliere poi gli applausi scoscianti dei tifosi.

Mercoledì 28 novembre (inizio ore 15) “Neri” nuovamente di scena al “Palli” contro l’imbattuta capolista Sanremese, nella gara unica (calci di rigori in caso di parità al 90’) valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Chi supererà il turno affronterà nei quarti (in programma a fine gennaio 2019) la vincente della sfida Mantova-Villa d’Almè. Domenica 2 dicembre si tornerà a parlare di campionato con la trasferta sul campo della Pro Dronero.