cerri
adv-768

ALESSANDRIA – La sessione invernale di calciomercato è ufficialmente iniziata e, in casa Alessandria, sono stati individuati gli obiettivi da centrare, i due tasselli che mancano per completare l’organico a disposizione di mister D’Agostino per affrontare al meglio il girone di ritorno e risalire in classifica.

“Contiamo di arrivare a entrambi prima della ripresa del campionato. Il primo obiettivo è un altro attaccante” ha sottolineato a Radio Gold il direttore sportivo dei grigi Massimo Cerriuna prima punta esperta che tenga palla e faccia salire la squadra. Uno stoccatore d’area di rigore. C’è bisogno di un’altra soluzione, oltre a Santini e De Luca”. A questo proposito, nelle scorse settimane i grigi erano stati accostati a un profilo come Alain Baclet: “Il Cosenza preferisce tenerlo e cedere qualcun altro” ha ricordato Cerriavevamo pensato anche a Marco Guidone, attaccante del Padova, ma ha richieste da altre società ed è quasi irraggiungibile”.

Il secondo tassello riguarda il centrocampo: “Cerchiamo una mezzala che arrivi al tiro. Abbiamo centrocampisti bravi ma che tirano poco in porta. In questo caso abbiamo individuato anche alcuni profili under, ma che hanno già alle spalle una buone esperienza in serie C”.

adv-554

A proposito di uscite, invece, Cerri ha tranquillizzato tutti in merito a una fantomatica partenza di Giuseppe Agostinone, accostato a tante squadre di B: “Smentisco questa voce che Agostinone sia sul mercato. Non ho ricevuto richieste da nessuna società, lui nemmeno. Ha un anno e mezzo di contratto con noi e si trova bene qui. Per Daniele Rocco c’è una trattativa con la Reggio Audace ma è ancora da portare a termine. Fissore inoltre vorrebbe più spazio e potrebbe andare via se si troverà la possibilità per lui di giocare di più, lo stesso discorso vale per Pop. Talamo? L’anno scorso a Pagani ha fatto molto bene, quest’anno sta trovando qualche difficoltà. Se arriveranno delle richieste valuteremo”.

Lo scorso 23 dicembre, dopo il pareggio col Pontedera, Cerri aveva spronato la squadra a dare di più e, dopo le due sfide all’Albissola e alla Juventus Under 23, ha invece espresso soddisfazione per la prestazione della squadra: “Con l’Albissola abbiamo fatto un’ottima gara, a parte dieci minuti di amnesia finale. Con la Juve alcune cose buone, altre meno, ma la strada è quella: dobbiamo diminuire gli errori e capitalizzare le occasioni che arrivano”.

adv-887