adv-415

ALESSANDRIA – Una gara terminata tra i fischi dei tifosi e la squadra che, diretta verso la Gradinata Nord, viene invitata a tornare indietro dai sostenitori dell’Orso. Alessandria e Olbia non sono andate oltre lo 0-0 nel turno infrasettimanale della serie C. Per i grigi arriva così il 14^ pareggio stagionale e la classifica continua a preoccupare. A complicare i piani di mister D’Agostino è arrivata anche l’espulsione di Zogkos al 60^ minuto: un cartellino rosso forse troppo severo quello estratto dal direttore di gara.

Dal punto di vista delle occasione create la squadra avrebbe comunque meritato qualcosa di più del pareggio. Nonostante l’inferiorità numerica, infatti, Gazzi e compagni ci hanno provato fino alla fine, senza subire particolari rischi.

La gara era già iniziata in un clima surreale, con i tifosi della Gradinata in silenzio e senza alcun striscione esposto. Il pubblico del Moccagatta ha anche visibilmente protestato in occasione dell’ultimo cambio deciso da mister D’Agostino, contestando la decisione del tecnico: l’attaccante De Luca sostituito dal difensore Delvino.

Nel primo tempo spicca, al 34^, la traversa colpita da De Luca da pochi passi, dopo il colpo di testa di Santini. Lo stesso Santini, al 21^, ha reclamato un calcio di rigore per un fallo subito in area ma l’arbitro ha ammonito il numero 7 dei grigi. Nella ripresa grigi vicino al gol con una doppia occasione di Coralli e Sartore. Il brasiliano è l’ultimo ad arrendersi, con una punizione fuori di poco a pochi giri di lancette dal 90^.

Domenica si torna al Moccagatta contro l’Arzachena, per un’altra sfida da non fallire.

Il commento a fine gara di mister Gaetano D’Agostino, a proposito della contestazione dei tifosi

Le parole del capitano Alessandro Gazzi