casale_savona
adv-870

CASALE FBC – SAVONA 0-0

Casale Fbc (3-5-2): Fontana; Villanova, Cintoi, Bettoni; Fabbri, Simone (38’ st Brugni), Cardini, Vecchierelli (30’ st Sadouk), M’Hamsi; Cappai, Coccolo (45’ st Pavesi). A disp.: Consol, Bettonte, Osellame, Sall, Mazzucco, Giarola. All.: Francesco Buglio

CASALE MONFERRATO – Salgono a nove le giornate in cui il Casale Fbc non assapora più il gusto della vittoria. Al “Natal Palli” finisce a reti bianche la partita di cartello contro il Savona, terza forza (con una gara da recuperare) del girone A del campionato di Serie D. I tre punti mancano ormai da settanta giorni, ultimo successo lo scorso 13 gennaio in casa contro il Milano City. In questo lungo lasso di tempo i “Neri” hanno raccolto solo 5 punti, frutto di altrettanti pareggi e quattro sconfitte. Il Casale è ora la squadra con il maggior numero di pareggi (13) nel proprio raggruppamento. Con questo ruolino di marcia il traguardo play off si allontana. La squadra di mister Buglio con 43 punti si trova al sesto posto in classifica, a tre lunghezze di ritardo dall’Inveruno che occupa l’ultimo posto utile per giocare gli spareggi che, a fine stagione, danno vita a quella lista di squadre papabili per un eventuale ripescaggio in serie C. La gara dell’undicesima giornata di ritorno parla chiaro. Uno 0-0 giusto e figlio di una sfida equilibrata ben giocata a centrocampo da entrambe le squadre che si sono così annullate dando vita a pochissime occasioni da rete, la più clamorosa ad inizio della ripresa con un salvataggio del portiere savonese (ed ex di turno) Fiory sul colpo di testa di Bettoni, autore del gol-vittoria all’andata.

adv-134

La cronaca. Sfida storica tra due nobili decadute, sempre particolarmente sentita in campo e fuori. Pomeriggio soleggiato con temperatura quasi estiva (prossima ai 25 gradi), terreno in buone condizioni ed oltre 500 spettatori sugli spalti con nutrita rappresentanza ligure (oltre sessanta tifosi)  nel settore ospiti. Prepartita coreografico. All’ingresso delle squadre in campo viene dispiegato uno spettacolare bandierone nerostellato (con i simboli dello scudetto, vinto 105 anni fa e della Coppa Italia, conquistata ventanni fa) che ricopre l’intero settore dei Boys Casale, i quali srotolano in contemporanea un enorme striscione con l’inequivocabile scritta “La Storia ci appartiene”.

Casale privo degli infortunati Di Giovanni, Angelo Buglio, Todisco e Marinai (stagione conclusa in anticipo, il centrocampista verrà operato lunedì a Perugia per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, tempi di recupero di circa sei mesi), a cui i compagni di squadra hanno dedicato un benaugurante “Forza Stefano”, scritto su una maglietta indossata all’ingresso in campo. Mister Buglio si affida al modulo 3-5-2 con la coppia offensiva Cappai-Coccolo. Il Savona di mister Alessandro Grandoni risponde con il 4-4-2 guidato dal vicecapocannoniere (16 reti) Virdis. Striscioni biancoblu liguri in evidenza al 14’ con conclusione di Lombardi dal limite bloccata dall’attento Fontana. I ventidue producono molto gioco, costantemente disinnescato dai nutriti reparti mediani. Dopo un gol annullato per fuorigioco al 26’ a Villanova (colpo di testa del difensore casalese nell’angolino basso), il Casale ci prova al tre minuti dopo. Punizione di Simone, colpo di testa di Cardini sull’esterno rete vicino al montante del primo palo. Sul finire della prima frazione il Savona ci prova con una punizione dal limite defilata a destra di Lombardi (41’) che termina sull’esterno delle rete di Fontana, creando per un attimo l’illusione ottica del gol.

Nella ripresa è il Casale a creare l’occasione più nitida per passare in vantaggio. Simone (11’) batte un calcio d’angolo, grappolo di giocatori in area e colpo di testa di Bettoni sventato sulla linea di porta da Fiory che salva il risultato. Inizia la lunga girandola delle sostituzioni per gli ospiti. Il Savona rivoluziona il proprio modulo di gioco alla ricerca di un episodio utile a sbloccare il risultato. Esce anche Virdis che, espulso all’andata ed insufficiente nella partita del “Palli”, trova nel Casale la sua bestia nera. I padroni di casa fanno buona guardia ed il Casale ha un solo spunto con Coccolo (25’) che, entrato in area, spreca con un tiro sporco direttamente a fondo campo. Si va avanti all’insegna dell’equilibrio massimo, giusto quindi lo 0-0 dopo quattro minuti di recupero.

adv-905

Domenica prossima scatta l’ora legale (le partite inizieranno alle ore 15) e lunga trasferta contro un’altra ligure, la Fezzanese, allo stadio “Miro Luperi” di Sarzana.