CASALE FBC – PRO SESTO 2-1

Reti: pt 18’ Pavesi (C); st 5’ Sinato (C), 6’ Di Renzo (P) Continua dopo il banner

adv-725

Casale Fbc (4-2-3-1): Carlucci; Mazzucco, Cintoi, Priolo (st 20’ Birolo), Villanova (st 17’ Labano); Zaia (st 15’ Duguet), Garavelli; Cardini, Dansu, Pavesi; Sinato. A disp. Savoldelli, Martinetti, Rebolini, Pallavidino, Buonocunto, Principe

CASALE MONFERRATO – Nella penultima giornata del campionato di serie D, il Casale FBC si congeda dal pubblico amico del “Natal Palli” battendo 2-1 la Pro Sesto con una rete per tempo messe a segno da Pavesi e Sinato, alla quarta realizzazione nelle ultime tre partite disputate dopo il lungo stop per infortunio. Ininfluente il gol segnato da Di Renzo un minuto dopo quello di Sinato. Ultimo atto ufficiale della stagione agonistica sarà la trasferta a Legnano, contro i “lilla” vittoriosi a Bra e alla disperata ricerca di punti per evitare la retrocessione diretta e poter disputare i play out.

La cronaca. Pomeriggio soleggiato e ventilato al “Palli”. Prima della partita i Fedelissimi Nerostellati hanno premiato il bomber Cardini, miglior realizzatore stagionale (9 gol) dei “Neri” e Michele Castagnone, ex portierone nerostellato, ora responsabile del settore giovanile. Casale in campo con il modulo 4-2-3-1. Nella Pro Sesto gioca titolare dal primo minuto Christian Maldini, figlio di Paolo (presente nella tribuna scoperta a fianco di quella centrale) e nipote di Cesare.

Ha assistito invece dalla tribuna “Marco Giorcelli” il presidente del team milanese Gabriele Albertini, fratello di Demetrio, altro milanista doc. Nel settore ospiti presenti una ventina di tifosi milanesi. Prima occasione al 14’ per il Casale, con combinazione Zaia-Mazzucco-Cardini e conclusione di poco alta. Al 18’ Casale in vantaggio. Palla filtrante da Garavelli per Pavesi che approfitta di una indecisione di Maldini, ruba palla e insacca a porta vuota sulla disperata uscita di Sangalli: 1-0. Reagisce la Pro Sesto con due conclusioni di Battaglino (punizione al 24’ e tiro dal limite al 27’), entrambe messe in angolo da Carlucci che leva da sotto la traversa. Il Casale si scuote e sfiora il raddoppio alla mezzora con Dansu: tiro sull’esterno della rete. Durante l’intervallo è avvenuta la presentazione della formazione nerostellata dei Giovanissimi 2001, primi nel proprio girone e pronti a disputare le finali per il titolo regionale. Nella ripresa, il Casale raddoppia in apertura (5’). Cross teso dalla destra di Pavesi per Sinato che in sforbiciata supera Sangalli: 2-0 e palla al centro. Nemmeno il tempo di annotare il secondo gol dei padroni di casa ed ecco che Di Renzo (6’) sorprende tutti segnando il gol del 2-1. Pro Sesto che va alla ricerca del pareggio in un paio di occasioni. Al 13’ Corti salta Priolo, rasoterra insidioso sul secondo palo e palla di un soffio a lato. Al 25’, come avvenuto nel primo tempo, Battaglino impegna Carlucci con un tiro dalla lunga distanza deviato in angolo da sotto la traversa. Dall’altra parte, il neontrato Birolo (36’) e Dansu non inquadrano lo specchio della porta sprecando l’occasione del terzo gol nerostallato. Finisce con il pubblico del “Palli” che tributa un lungo applauso alla squadra prossima, prima dell’ultima partita a Legnano, al traguardo dei 50 punti.

A novanta minuti dalla conclusione del campionato, è già tempo di tracciare un bilancio in casa nerostellata. Con il nono posto in classifica matematicamente conquistato dalla squadra matricola del torneo ed allestita con un budget dai costi contenuti, il Casale può essere considerata la squadra rivelazione del campionato. Per almeno un paio di motivi. Il collettivo è stato costruito spendendo meno di altre squadre (giunte alle spalle o poco sopra in graduatoria) che la scorsa estate avevano proclamato il raggiungimento della categoria superiore (Chieri su tutti), clamorosamente ridimensionate e smentite dai risultati sul campo. Inoltre, il gruppo è stato progettato su uno zoccolo duro di giocatori giovani monferrini, decisamente motivati ed orgogliosi di indossare la maglia espressione del territorio del Monferrato Casalese, plasmati dalle sapienti mani di mister Ezio Rossi e gestiti oculatamente dalla dirigenza, con in primis il direttore generale Vittorio Turino.

Ora è giusto pensare al futuro societario del sodalizio casalese. Da valutare la posizione dell’attuale presidente Luigi Appierto, mai in tribuna nel corso dell’intera stagione. Possibile un ridimensionamento del suo impegno, o addirittura un divorzio. Per questo occorre pensare all’ingresso di un nuovo imprenditore capace di proseguire l’eccellente lavoro fin qui svolto, in campo e fuori, anche nella prossima stagione. E’ quello che stanno già facendo l’amministratore delegato Giuseppino Coppo ed il dg Turino per garantire continuità al progetto del Casale FBC, espressione anche del sempre più promettente settore giovanile.

Carlo Biorci