D'Agostino
adv-68

AREZZO – Mister Gaetano D’Agostino non nasconda la grande delusione al termine della gara pareggiata in extremis dall’Arezzo contro l’Alessandria: “Non posso che giudicarla come una beffa. Abbiamo preso gol a venti secondi dalla fine, dopo aver colpito anche due traverse. Sappiamo che Cutolo è mancino, dovevamo accompagnarlo verso l’esterno. Ma con noi gli altri alla prima occasione segnano sotto l’incrocio, mentre noi dobbiamo creare quattro o cinque occasioni prima di trovare il gol”.

Contro l’Arezzo, attuale terza forza del girone, l’Alessandria ha disputato un match a viso aperto: “Esclusa la gara contro il Cuneo, i ragazzi hanno sempre disputato ottime partite. Meriterebbero la vittoria per quello che stanno dando sul campo, ma siamo giovani e  spesso la mancanza di esperienza gioca brutti scherzi. Dobbiamo continuare a lavorare e credere in quello che stiamo facendo e solo così potremo toglierci delle soddisfazioni“.

La classifica non sorride ai grigi, in 15^ posizione: Ci mancano almeno cinque punti, ad esempio quelli di oggi, di Olbia e contro il Gozzano. Ma assemblare 19 giocatori nuovi non è facile, specie con tanti under. Ci vuole tempo, ma per quello che si è visto oggi l’Alessandria non merita questa classifica”.

adv-622