lucchese_alessandria

LUCCHESE-ALESSANDRIA 2-2

Reti: Gemignani, Bellazzini, Isufaj, Provenzano

LUCCA – Si chiude con un amarissimo pareggio il primo impegno ufficiale del 2019 per l’Alessandria. In casa della Lucchese i grigi dominano il primo tempo, chiuso in vantaggio per 2-0, sprecano il colpo del ko e, in quello che sembra un déjà vu della gara contro l’Arezzo, si fanno recuperare, con il gol del definitivo 2-2 che arriva in pieno recupero. L’ennesimo secondo tempo in affanno e un errore di Bellazzini costano carissimi e il pareggio finale lascia più del proverbiale amaro in bocca. Ottimo l’impatto in grigio di Gemignani, autore di un gol di pregevole fattura e protagonista anche in quello del raddoppio, positive anche le prove di Coralli e Chiarello. Cambiano molti protagonisti, ma restano l’incapacità di chiudere l’incontro e di gestire il vantaggio e questo è un fattore difficilmente acquistabile sul mercato invernale. Nel finale da segnalare la violenta testata di mister Favarin a Gaetano Mancino, vice allenatore grigio, al termine di un parapiglia fra le panchine.

La partita – Primo tempo di grande sostanza per l’Alessandria che, dopo il brivido iniziale della  punizione di Lombardo sventata in tuffo da Cucchietti, prendono in mano il pallino del gioco, segnano e non corrono rischi in difesa. Il gol del vantaggio arriva al 9′ con una girata al volo da applausi di Gemignani. Esordio in maglia grigia da incorniciare per l’ex Sambenedettese, che mette il suo zampino anche in occasione del raddoppio: il suo cross dalla sinistra trova un liberissimo Sartore che controlla e tira. Sulla deviazione dell’estremo difensore lucchese Bellazzini è bravo a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto per un facile tap-in. Un minuto dopo Sartore serve De Luca, ma Fontana è bravissimo a deviare in angolo il colpo di testa dell’attaccante grigio.

Il secondo tempo, però, si apre con una girandola di sostituzioni: nell’Alessandria entra Sbampato al posto di Panizzi, mentre per la Lucchese entrano Isufaj, Provenzano e Greselin. al 46′ è proprio uno dei neo entrati toscani, Isufaj, che accorcia le distanze, ribattendo in rete dopo aver colpito un palo. La risposta dell’Alessandria arriva al 63′: Gatto lancia a rete Bellazzini che a tu per tu con Falcone in uscita tenta uno pallonetto che si spegne di poco a lato. Mister D’Agostino opta per Badan al posto di un ottimo Gemignani, ma è la Lucchese a rendersi pericolosa con Provenzano e Greselin, quest’ultimo anticipato da un bell’intervento difensivo di Sartore. Al 68′ altri due esordi in maglia grigia: al posto di De Luca e Checchin entrano Akammadu e Chiarello, mentre tra i padroni di casa debutta Di Nardo al posto di Bernardini. Mister D’Agostino si copre inserendo Gazzi al posto di Bellazzini, mentre la Lucchese alza il baricentro e serve un superlativo Cucchietti per deviare in angolo un tiro a giro di Greselin. Al 93′, però, i toscani trovano il gol del pari con Provenzano, che risolve un batti e ribatti in area grigia. Tra le panchine si accende un feroce parapiglia, che costa l’espulsione a Favarin e al vice allenatore dell’Alessandria Mancino. Nell’uscire dal campo l’allenatore della Lucchese colpisce con una violenta testata al volto il secondo di D’Agostino. Nel finale c’è ancora tempo per un bel tiro di Chiarello sul quale Falcone si salva non senza difficoltà.