CASALE MONFERRATO – Il Casale ha iniziato il ritiro a Ozzano soltanto lunedì, ma già oggi scenderà in campo per la prima volta. Alle 20,45, infatti, si giocherà al Palli l’amichevole tra i nerostellati e il Novara. La partita è stata promossa dalla Banca Popolare di Novara e i fondi ricavati dall’incasso verranno devoluti a favore della Fondazione Uspidalet Onlus. Il direttore Paolo Arrobbio ha deciso di portare avanti questa iniziativa dopo che lui stesso è stato toccato dall’inefficienza delle strutture ospedaliere della zona, come aveva già detto ai microfoni di Radio Gold: “Dopo l’incidente che mi è capitato poco tempo fa mi sono reso conto delle condizioni in cui versano molti ospedali, dove spesso mancano macchinari e attrezzature efficienti, e così abbiamo deciso di attivare una raccolta fondi per contribuire alla realizzazione di un progetto che possa migliorare le condizioni dei pazienti”. L’incasso della partita sarà infatti utilizzato per ristrutturare il Day Hospital onco-ematologico del “SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” di Alessandria.

L’amichevole, però, oltre ad avere un apprezzabile fine benefico, sarà anche un evento sportivo che richiama i fasti del passato delle due squadre. Sia i nerostellati che gli azzurri, infatti, facevano parte, insieme ad Alessandria e Pro Vercelli, del mitico “Quadrilatero” degli anni venti. In quegli anni, era tra queste quattro squadre che si vedevano le gare più combattute e si decidevano i campionati. Anche se adesso le squadre del quadrilatero sono molto ridimensionate rispetto al passato, la partita sarà comunque un’occasione per rivedere un confronto tra due componenti storiche del calcio italiano. Le due squadre arrivano alla partita in condizioni fisiche molto differenti. Il Novara, infatti, ha già iniziato la preparazione da 10 giorni e ha disputato la prima amichevole stagionale, domenica contro il San Mauro Torinese. La società monferrina, invece, ha appena iniziato il ritiro, e arriva all’amichevole con una squadra che vede sei nuovi innesti rispetto alla squadra della scorsa stagione. Un gruppo quasi nuovo, quindi, anche se non ci saranno più Messias e Silvestri. Mister Ezio Rossi aveva già preannunciato, in un’intervista rilasciata alla nostra redazione, che queste partite saranno solo dei test per iniziare a costruire la squadra in vista della Serie D. “Non è ancora una rosa definitiva, avremo dei ragazzi in prova, da valutare. Il Casale, quello vero, lo si vedrà solo a inizio campionato”. La vigilia sembra prospettare un esito del match quasi scontato, anche se comunque il fine benefico della partita rende il risultato superfluo. Come ha dichiarato nei giorni scorsi il DG Vittorio TurinoPer il Casale è già un ottimo fatto prendere parte a un’iniziativa con un fine talmente nobile e contro un avversario così blasonato”.

La partita inizierà alle 20,45, e i biglietti saranno acquistabili a Casale presso il Club Italia Sport, il bar Sant’Anna, il Campo Bianchi (dalle 18 alle 20) e ai botteghini dello stadio, oltre che in tutte le filiali della Banca Popolare di Novara presenti nel territorio monferrino. Il costo dei biglietti è di 5 euro per il rettilineo e 10 euro per la tribuna.