ALESSANDRIA – TERAMO 2-1

Marcatori: Iocolano, Carraro, Bocalon 

Alessandria: Vannucchi, Celjak, Gozzi (Fissore), Sosa, Manfrin, Marras, Cazzola, Branca, Iocolano (Fischnaller), Bocalon, Gonzalez (Mezavilla)

ALESSANDRIA – È iniziata la nuova stagione dei grigi. Il primo turno di Tim Cup contro il Teramo è il varo ufficiale dell’Alessandria 2016-2017. Rispetto allo scorso anno i cambiamenti sono pochi ma molto significativi. Cambia l’allenatore che porta sulle rive del Tanaro esperienza e pragmatismo. Cambia soprattutto la spina dorsale della squadra grigia con gli acquisti di Piccolo, Cazzola e Gonzalez. Solo il difensore alto 188 cm (un ossimoro con il suo cognome) non è disponibile alla prima uscita contro gli abruzzesi, mentre Cazzola e Gonzalez partono titolari.
Il 4-4-2 disegnato in campo da mister Braglia è di quelli che vogliono badare più alla sostanza che alla forma.
La prima occasione è al 13^ ed è di marca ospite. Sul primo calcio d’angolo battuto dal Teramo Caidi impatta bene di destro mandando la palla fuori di pochissimo. Al 21^ un contropiede di Marras avrebbe potuto avere più successo se non avesse dovuto fare i conti con le gambe imballate dalla pesante preparazione. L’Alessandria sblocca il risultato al 39^ con Iocolano servito nel cuore dell’area da Gonzalez. Passa un minuto, però, e l’incontro torna in parità con la rete di Carraro che trafigge di destro Vannucchi grazie anche alla complicità di una difesa mandrogna incerta.

Nella ripresa dopo due minuti Bocalon sciupa malamente un confronto ravvicinato con Rossi. Il bomber della scorsa Tim Cup si rifà al 61^ mettendo di testa in rete un cross tagliato di Marras. La prima sostituzione della partita arriva al 63^ con Fissore che rileva Gozzi. Anche il Teramo cambia il suo primo uomo sostituendo Petermann con Putrella. Poi il vice allenatore dei grigi Isetto, in panchina al posto dello squalificato Braglia, richiama Gonzalez e manda in campo Mezavilla. L’ultimo cambio dei grigi, infine, vede l’ingresso di Fischnaller per Iocolano. Proprio l’altoatesino e Bocalon vanno ancora vicini al tris. La partita sembra chiudersi all’83^ con un colpo di testa di Bocalon che fa alzare in piedi tutto il Moccagatta e partire il jingle del gol ma è solo esterno della rete.

Con la vittoria per 2 a 1, comunque, i grigi staccano il biglietto per Perugia, tra sette giorni.

Di certo una vittoria fa sempre bene ma non può e non deve essere un responso. È calcio d’agosto e come tale deve essere visto. Nel mese principe dell’estate gli indizi che sono arrivati dai campi di gioco sono sempre stati contraddittori rispetto a quello che si è poi visto nella stagione regolare. I 2212 spettatori paganti invece sono un ottimo inizio.

Adelchi Puozzo

Le foto di Ilaria Cutuli 

 

Le interviste del dopo partita tratte dal canale youtube dell’Alessandria Calcio