Longo: “Abbiamo recuperato 13 punti, qualcosa di incredibile. Ora a Como con la testa sgombra”
adv-847

ALESSANDRIA – Vittoria fondamentale e caparbia ieri per l’Alessandria Calcio, la sesta consecutiva, contro la Pergolettese. I tre punti consentono ai grigi di restare in scia della capolista Como, vittorioso a Livorno, a sette giorni dallo scontro diretto del 25 aprile. Sapevamo che tipo di avversario avremmo incontrato, le sue qualità, sapevamo che tipo di partita avrebbero fatto a livello nervoso, come se anche per loro fosse decisiva” ha detto mister Moreno Longo “L’ostacolo da superare era impervio, i ragazzi sono stati bravi a vincerla, contro chi ha venduto cara la pelle: ogni gara riserva sempre incognite da risolvere. La capacità di soffrire e di cambiare atteggiamento deve far parte della nostra squadra, l’avversario ti costringe a fare anche quello che non vuoi, occorre sapersi opporre modificando le carte in tavola. Sono contento di come la squadra sappia “sporcarsi” e leggere anche queste situazioni. Non puoi pretendere di comandare sempre il gioco, siamo una squadra umile, che rispetta tutti e quando ci sono le difficoltà, occorre lavorare risolvendo i problemi che arrivano. Vedo una squadra coesa, giocatori che lottano e danno il 110%, che si aiutano, che lavorano durano in settimana, che mettono spirito ogni volta che indossano la maglia”. 

E ora è inevitabile, per i grigi, concentrarsi su questa fondamentale settimana di lavoro che porterà allo scontro diretto di domenica. “Dovremo preparare questo match con la stessa meticolosità degli altri, non deve cambiare nulla. Sarà una partita molto importante, come tutte le altre. Abbiamo recuperato 13 punto su 14, facendo qualcosa di incredibile. Saremo, come sempre, costretti solo a vincere. Dobbiamo mantenere l’equilibrio, lavorare sui dettagli e presentarci con la testa sgombra, con lo spirito di chi gioca una partita che si è guadagnato sul campo e non vuole lasciare nessun rammarico per strada, sfruttandola al 110% delle possibilità”. 

adv-154

“Mustacchio? Ha fatto un passo indietro rispetto alle sue prestazioni precedenti ma arriva da lunga imbattibilità e ci può stare che nel suo percorso di recupero possa incappare in serate come questa. Ha fatto fatica a trovare la posizione che poteva essere più efficace, lo avrei voluto più ordinato. Nel secondo tempo abbiamo cambiato la sua posizione, rimettendo a posto le cose con ordine, difendendo senza rischiare più di tanto”.

adv-294