Casale Fbc beffato dall’ex D’Antoni: la Folgore passa al Palli
adv-198

CASALE FBC – FOLGORE CARATESE 0-1

Rete: st 42’ D’Antoni (F)

Casale Fbc (4-3-3): Drago; Nouri, Cintoi, Guida, Fontana (45’ st Lanza); Raso, Poesio, Romeo; Cocola (27’ st Franchini), Lewandowski, Colombi. A disp: Tarlev, Giusio, Moolenaar, Mullici, Nnadi, Esposito, Vicini. All.: Buglio

CASALE MONFERRATO – Con un gol beffa segnato a tre minuti dal termine dall’ex di turno D’Antoni (attaccante-meteora nerostellata ad inizio stagione, oggi, entrato a gara in corso con la maglia degli avversari realizza il centesimo gol in carriera), la Folgore Caratese espugna il “Natal Palli” e si aggiudica i tre punti, al termine della partita valida per la sestultima giornata del campionato di serie D – girone A. Giocare contro i brianzoli non porta bene ai Neri. Anche all’andata finì con una sconfitta per 0-1, ancora più rocambolesca con rete della vittoria segnato dai brianzoli al 95’. Gara equilibrata e destinata al pari, con occasioni dall’una e dall’altra parte. Ma la dura legge dell’ex ha sparigliato le carte in tavola con il Casale che resta fermo a 45 punti (interrotta la serie positiva che durava da sei giornate, frutto di due pareggi e quattro vittorie consecutive) in una tranquilla posizione di centroclassifica.

La cronaca. Pomeriggio primaverile, cielo nuvoloso con sporadici squarci di sole. Temperatura 18°C. Terreno di gioco in discrete condizioni. Gara a porte chiuse nel rispetto delle vigenti norme anticontagio. Presenti in tribuna una cinquantina di addetti ai lavori. Lunga la lista degli assenti per il Casale di mister Francesco Buglio, privo degli infortunati Todisco, Bettoni, Fabbri, Coccolo (operato alla spalla, intervento perfettamente riuscito) e M’Hamsi. Nerostellati in campo (in completa tenuta bianca e stella nera sul petto per ragione cromatiche e di ospitalità) con il modulo 4-3-3 e difesa in piena emergenza con la coppia centrale Cintoi-Guida, con Nouri a destra e Fontana a sinistra. In avanti tandem offensivo composto dalla coppia Colombo-Cocola. Ben sette i giocatori casalesi titolari “millennials”. La Folgore Caratese di mister Emilio Longo rinuncia allo squalificato Bini con l’ex attaccante nerosetellato D’Antoni in panchina. Non convocato Isaac Drogba, figlio di Didier, ex attaccante ivoriano del Chelsea.
Dopo 20 minuti iniziali privi di emozioni, la partita si accende al 21’ con la prima occasione creata dalla Folgore Caratese: combinazione dal limite Macrì-Kaziewicz con tiro di poco alto sulla traversa. Insiste la formazione brianzola. Al 27’ scambio Ciko-Monticone che da buona posizione spreca calciando alle stelle. Il Casale si vede finalmente al 33’. Da Lewandowski a Colombi che in area si allunga troppo la sfera, favorendo il recupero di Pizzella in uscita. Ultima emozione della prima frazione al 38’ con una punizione di Lewandowski che termina a lato. Nella ripresa, i primi dieci minuti non offrono spunti degni di nota. La partita si infiamma all’11’ con il Casale protagonista. Lancio lungo di Raso per Colombi, discesa conclusa con un tiro respinto da un intervento plastico di Pizzella. Passano tre minuti e ancora nerostellati vicini al gol. Rimessa in gioco di Fontana per Poesio, apertura a Lewandowski con assist per Cocola, il cui tiro velenoso si rivela un pallonetto deviato in angolo dall’onnipresente Pizzella ,protagonista con un colpo di reni. Il Casale esprime le giocate migliori e ci prova ancora al 25’ con un rasoterra dal limite di Romeo bloccato a terra dall’attento Pizzella. Si entra negli ultimi cinque minuti di gioco. Mentre la gara sembra incanalata sul risultato ad occhiali, ecco al 42’ il colpo di scena a favore della Folgore Caratese. Di Stefano porta palla sulla sinistra, effettua un cross calibrato in area dove sul secondo palo il neoentrato D’Antoni elude il controllo della retroguardia casalese e, con una zampata dalla corta distanza, supera Drago: 0-1. E’ la dura legge dell’ex che festeggia esibendo, sotto la casacca, una maglietta celebrativa per i 100 gol in carriera. Il Casale non demorde e prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo nei quattro minuti di recupero. Occasionissima per il pareggio al 46’. Punizione dal limite di Lewandowski con Pizzella (migliore in campo con D’Antoni) che si supera respingendo, arriva Raso che manda il pallone sull’esterno della rete. Poesio (48’ e 49’) ha due ghiotte possibilità che spreca a porta vuota, nella prima si trova in fuorigioco, nella seconda deve recitare il mea culpa, con gioco dapprima interrotto per fuorigioco del neoentrato Lanza e poi partita definitivamente terminata con il triplice fischio.

Domenica prossima il Casale Fbc è chiamato alla trasferta di Chieri (partita valevole per la quintultima giornata) con i torinesi invischiati nella lotta per evitare gli spareggi salvezza play out e con due partite da recuperare.