Arrighini: “Potevamo anche fare tre gol. Albinoleffe squadra rognosa che concede poco”

ALESSANDRIA – Col suo splendido colpo di testa ha permesso all’Alessandria Calcio di staccare il pass per le semifinali playoff della Serie C. Andrea Arrighini è, di sicuro, uno degli attori protagonisti della vittoria contro la Feralpisalò.

“Domenica scorsa non avevamo fatto una grande gara a Salò, non eravamo noi stessi, avremmo voluto rigiocarla subito” ha detto il numero 11 dei grigi “sapevamo che al ritorno sarebbe stata un’altra storia. Abbiamo fatto una grande partita di sacrificio e ritmi alti, una bellissima partita da parte di tutti, l’unica pecca è stata non averla chiusa. Anche io ho avuto una grandissima occasione, poteva finire anche 2 o 3 a 0. Il gol? A me piace attaccare la palla di testa in profondità, sapevo che il cross sarebbe un po’ più lungo e sono stato bravo ad anticipare il difensore, è stata una bella azione. E il gesto dell’esultanza era dedicato mia figlia Lia che, a sei mesi, mi ha visto allo stadio per la prima volta. Sapevamo che mettere dei bei cross dentro l’area avrebbe fatto la differenza. Il gol fatto a fine primo tempo ha cambiato tanto, dopo un primo tempo a ritmi alti avremmo meritato di passare in vantaggio, sapevamo che potevamo mettere ancora più grinta e dovevamo essere più cinici. Nella ripresa sapevamo che si sarebbero aperti e siamo stati bravi a sfruttare gli spazi, creando tanto. Come ha fatto il mister anche io faccio un plauso a chi è entrato. Cosenza, ad esempio, ci ha dato una grinta pazzesca, se vogliamo andare in serie B c’è bisogno di tutti, questo è lo spirito giusto”. 

“L’Albinoleffe? Abbiamo la fortuna di conoscerla, è una squadra rognosa e di categoria, che concede poco. Con la vittoria di oggi dobbiamo ritrovare quell’entusiasmo che avevamo contro la Pergolettese, con la grinta di oggi potremmo mettere in difficoltà anche l’Albinoleffe”.