Adesso la prima gioia al Moccagatta: contro il Cosenza serve il secondo passo dell’Alessandria

ALESSANDRIA – Immaginatevi un bambino che muove i suoi primi passi. Saranno incerti, deboli, poco coordinati. Ci saranno cadute clamorose e altre dolorose. Poi, una volta capito come il meccanismo funziona, quel piccolo così impacciato inizierà a muovere i suoi primi sicuri passi nel mondo. Provate ora a cambiare i protagonisti di questa storiella. Al posto dell’infante mettete così l’Alessandria Calcio e invece delle difficoltà della vita ponete quelle offerte della Serie B. Ecco che, messa in questo modo, le cadute ci stanno tutte. Alcune sono state fragorose, altre ingiuste, altre ancora necessarie. Ma il focus si deve concentrare sul primo passo. Quello fatto contro il Perugia. Che poi coincide anche con il primo punto mandrogno in campionato. Compito di Moreno Longo sarà accompagnare per mano la sua squadra a un secondo, terzo, quarto passo. Fino a quando l’Alessandria non sarà in grado di correre.

Ma, a proposito di passi, facciamone uno indietro per un istante. Perché il bambino prima impara a camminare e solo in seguito a correre. Ecco che contro il Cosenza, squadra abbordabile ma che viene da ottimi risultati nelle ultime quattro giornate, i grigi saranno chiamati a confermare i progressi di gioco e soprattutto di risultati. Del resto da tempo mister Longo lamentava il fatto di tornare a casa solo “con i complimenti e non con i punti“. E ora che l’Alessandria ha rotto il ghiaccio con la Serie B, campionato complicato e probante, è tempo di proseguire in quest’opera di disgelo dopo 46 anni passati in ibernazione tra dilettanti e Laga Pro.

Insomma, ai grigi ora viene chiesta una concreta prova di maturità. Contro il Cosenza infatti l’Alessandria dovrà mettere un nuovo tassello del puzzle del proprio futuro. Un futuro che, al momento, è in bilico tra due lettere una a lungo sognata, una che si vorrebbe archiviare sotto la voce ricordi. Ma il campionato è ancora lungo e il primo passo appena fatto. Ora siamo tutti in attesa del secondo, del terzo, del quarto e così via. Passo dopo passo, verso la salvezza. Passo dopo passo verso la permanenza in Serie B chiesta da un intero popolo. Il popolo dell’orso grigio.