L’Alessandria va a Reggio per fare punti: “Smuovere la classifica è vitale”
adv-955

ALESSANDRIA – Fare punti è l’unica cosa che conta. Adesso come nelle prossime giornate. Perché la classifica è troppo deficitaria e bene o male, nelle ultime due giornate dove i punti raccolti sono stati zero, chi precede e chi insegue qualcosina hanno smosso. Ecco che perdere a Reggio sarebbe un ulteriore duro colpo. Tanto al morale quanto alla corsa salvezza.

adv-697

Fare punti diventa quindi fondamentale per continuare a coltivare quel sogno nato in una notte calda d’estate dopo il rigore calciato (e realizzato) da Matteo Rubin. “Tutti le partite sono importanti e tutti i punti lo sono, soprattutto per chi come noi ha l’obiettivo della permanenza in Serie B da raggiungere“, ha detto nella conferenza di presentazione mister Moreno Longo. Per farlo, sempre secondo il tecnico, servirà un’Alessandria agguerrita e concentrata al massimo. Niente a che vedere con quella di Pordenone, tanto per intenderci.

Unico in dubbio a oggi resta Mattia Mustacchio, “che sta meglio e cercheremo di recuperare sino all’ultimo“, mentre aumentano le chance per rivedere con maggiore minutaggio in campo sia Ba che Bruccini. Insomma, rispetto alle precedenti giornate, Longo ha una squadra che sta meglio ed è pronta ad affrontare la Reggina.

adv-105

Dal canto loro i calabresi stanno vivendo il loro peggior momento in Serie B. Vengono da quattro sconfitte consecutive – rispettivamente contro Cremonese, Benevento, Ascoli e Lecce – che in meno di un mese ha portato gli amaranto dal secondo al 12esimo posto, ad appena sei punti dalla zona playout attualmente occupata da Cosenza e, appunto, Alessandria. Una sfida da gustare, quindi, e che andrà in scena a partire dalle 20.30 al Granillo di Reggio Calabria.