ALESSANDRIA – Devil Inside is back. Nella suggestiva atmosfera del Campo Sportivo Pisci dell’Aurora Calcio, Luciano Randazzo batte ai punti l’argentino Nicolas Demario al termine di otto riprese di fuoco e fiamme.

Il match entra nel vivo al primo rintocco di campana. Nel primo round il campione della Boxe Valenza parte aggressivo nello scambio ravvicinato. Il pugile di casa è rapidissimo nel contrattaccare le iniziative dell’argentino, longilineo e molto attento nella guardia. Fino al quarto round Randazzo sfrutta la sua velocità e non lascia respirare l’avversario, con colpi a segno svelti e precisi. Demario li sente e patisce in particolare quelli all’addome, tanto che alla fine di ogni round recupera il fiato all’angolo distendendo le braccia sulle corde. Qualche buon colpo a segno per lui, ma nulla di più: Lucio si aggiudica le prime quattro riprese.

Ritmi più bassi nel quinto round, sempre a favore di Randazzo che trova diverse volte il sinistro d’incontro sull’argentino. L’inerzia del match sembra però cambiare nella seconda parte: pari la sesta ripresa, dove Demario porta a segno quattro colpi pulitissimi che lasciano un segno sul volto di Randazzo, il quale colpisce di jab girando torno all’avversario piantato sul centro del ring. Nel settimo round, l’ex campione è in difficoltà: Demario va prima a segno al corpo, poi Randazzo scivola e l’argentino sfrutta il momento per attaccare con un montante che fa vacillare alle corde il pugile di casa. Persa la settima ripresa, Randazzo disputa l’ultima con intelligenza, restando a distanza dell’avversario che si è reso pericolosissimo nelle ultime battute di un match dall’esito per nulla scontato.

Il verdetto sorride a Devil Inside, conscio di aver vinto uno degli incontri più duri della sua carriera.

In basso l’incontro integrale

Foto di Walter Zollino