ALESSANDRIA – La palla ovale come quella rotonda. Anche la Federazione Italiana Rugby ha infatti posticipato l’annuncio dei calendari di Serie A e Serie B inizialmente previsti per martedì. La decisione di far slittare la pubblicazione dei calendari dei campionati di Serie A e B (dove giocherà il Monferrato), al via il prossimo 14 ottobre, è legata alla situazione de L’Aquila Rugby Club. Lo storico club abruzzese è iscritto sub judice al campionato di Serie A perché presenta una situazione difficile dal punto di vista debitorio e, secondo i quotidiani locali, non ha ad oggi un numero sufficiente di tesserati disponibili per affrontare la prossima stagione sportiva.

Sono due gli scenari in caso di esclusione de L’Aquila Rugby Club: Villorba Rugby ripescato dalla Serie B (Villorba era stato sconfitto nello spareggio con Badia) o Girone 3 di Serie A a nove squadre invece di dieci. Villorba infatti potrebbe rinunciare alla possibilità del ripescaggio viste le onerose trasferte del girone sud di Serie A (Catania, Roma, Benevento, ecc.).

La Fir ha però annunciato formule e composizione dei prossimi campionati nazionali (escluso il neonato Top 12, annunciato al posto dell’Eccellenza). Il massimo torneo italiano rimarrà l’unico ad aver visto modificato il proprio nome: per il resto dei campionati, infatti, è stata confermata la nomenclatura già esistente.

La Serie A, che partirà il 14 ottobre 2018, sarà a 30 squadre dopo il blocco delle retrocessioni e le otto promozioni di un anno fa e presenta sostanziali novità sia nella composizione dei gironi sia nella formula. Il torneo cadetto è stato diviso in tre gruppi da dieci squadre “su base geografica e meritocratica” e prevederà due promozioni nel Top 12 e quattro retrocessioni in Serie B; il campionato non si svilupperà attraverso una prima fase e le Poule promozione e retrocessione, ma vivrà un’unica stagione regolare, prima dei playoff riservati a quattro club.

Alle semifinali accederanno di diritto le prime classificate di ogni girone, oltre alla vincitrice di un mini torneo di playoff tra le seconde classificate; queste tre squadre si affronteranno in un girone con partite di sola andata tra il 5 e il 19 maggio. Le semifinali si disputeranno il 26 maggio e il 2 giugno con gare di andata e ritorno e decreteranno le due squadre che verranno promosse nel Top 12. Il 9 giugno, a titolo puramente simbolico, si giocherà in campo neutro la finale che metterà in palio il titolo del campionato di Serie A.

Retrocederanno in Serie B le ultime tre classificate dei tre gironi e la peggiore classificata del playout che si giocherà tra il 5 il 19 maggio tre le penultime classificate, con partite di sola andata.

Questi i gironi della Serie A

Girone 1: Pro Recco Rugby, Cus Genova, Cus Torino, VII Rugby Torino, Biella RC, ASR Mlano, Cus Milano, Rugby Parabiago, ASR Lyons, Accademia “Ivan Francescato”

Girone 2: Junior Rugby Brescia, Rugby Colorno, Rugby Noceto, Rugby Vicenza, Valpolicella Rugby, Rugby Petrarca, Ruggers Tarvisium, Rugby Paese, Rugby Udine Union, Amatori Badia

Girone 3: Cavalieri Prato Sesto, Toscana Aeroporti I Medicei, Pesaro Rugby, Rugby Perugia, Unione Rugby L’Aquila, L’Aquila Rugby (iscritta sub judice), Primavera Rugby, UR Capitolina, Rugby Benevento, Amatori Catania

 

La Serie B con il Monferrato

In Serie B giocheranno 48 squadre (divise in quattro gironi da 12) mentre le promozioni torneranno ad essere quattro. Otto, invece, le retrocessioni in Serie C, per un campionato che inizierà il 14 ottobre.

Accederanno alla Serie A le vincitrici di ciascun raggruppamento, mentre scivoleranno nella categoria inferiore le ultime due classificate di ogni girone.

Per il Monferrato Rugby confermate le due trasferte in Sardegna contro Amatori Alghero e Amatori Capoterra. L’unico derby piemontese sarà contro l’amatori Novara, mentre si riproporrà la classica sfida contro il Piacenza Rugby.

Questa la composizione dei gironi:

Girone 1

Amatori Novara, Monferrato Rugby, Rugby Sondrio, Amatori & Union Milano, ASR Lecco, Rugby Lumezzane, Rugby Rovato, Piacenza Rugby, Rugby Bergamo 1950, Amatori Genova, Amatori Alghero, Amatori Capoterra

Girone 2

Romagna RFC, Rugby Parma 1931, Amatori Parma, Modena Rugby 1965, Reno Rugby Bologna, Rugby Jesi 1970, Florentia Rugby, Livorno Rugby, Vasari Rugby Arezzo, Cus Siena, Arieti Rieti, Civitavecchia Centumcellae

Girone 3

Venjulia Trieste, Rubano Rugby, Cus Padova, Villorba Rugby, Mogliano Rugby, Rugby Casale, Rugby Mirano 1957, Riviera Rugby 1975, Verona Rugby, Rugby Viadana 1970, Cus Ferrara, Rugby Bologna 1928

Girone 4

Polisportiva Paganica, Avezzano Rugby, Rugby Roma Olimpic, Frascati RC 2015, Rugby Frascati Union (sostituisce Colleferro Rugby 1965 Rugby ai sensi art. 4 Reg. Organico), Arvalia Villa Pamphili, UR Capitolina, Rugby Napoli Afragola, Partenope Rugby, Arechi Rugby, Cus Messina, Cus Catania