Monferrato Rugby

ALESSANDRIA – Divise da appena due lunghezze Monferrato Rugby e Rovato Nordival si sono affrontate domenica al Ferrovieri di Alessandria e i padroni di casa si sono imposti 33-30. Un risultato che riporta la squadra di coach Mandelli in vetta, a quota 29, insieme a Rovato e Lumezzane.

“Il Rovato si è dimostrato forte, ha giocato bene alla mano e ci ha messo subito sotto: 20-13 per loro al 20’. Poi è uscito l’orgoglio, la voglia di un gruppo che si è stretto, è diventato squadra vera. Abbiamo sofferto, ma da quel momento ci siamo stati solo noi in campo” commenta il vice allenatore Diego Baldovino.

Andato sotto 20-3 nel primo tempo, Monferrato si sveglia e al 24^ arriva la meta di Caramella, trasformata da Zucconi (10-20), poi meta di Carloni al 38’, trasformata dal solito Zucconi (17-20). Nella ripresa le squadre si affrontano a viso aperto fino al 15’, poi è ancora Zucconi che trasforma: 20-20. Ancora calcio per i “gnari” di Rovato (20-23), poi – è il 21’ – raggruppamento sui 22 metri, e il solito Cullhaj, il “trattore monfeorrino” si insinua nella difesa ospite e va in meta in mezzo ai pali: dopo il calcio di Zucconi si completa il sorpasso. Ancora Zucconi che centra i pali al 27’, per il 30-23. C’è ancora un calcio per il Monferrato al 35’: è l’ora del momento di gloria di Pizzolato che trasforma un calcio non facile per il 33-23. Nel finale arriva la reazione del Rovato, che va in metà al 40’, trasformata, 33-30.

“Bravi a tutti, non possiamo però commettere errori come nel finale, rischiando di compromettere tutto. Festeggiamo la ritrovata testa della classifica, ma in settimana dovremo lavorare sugli errori commessi” dichiara coach Roberto Mandelli.