ALESSANDRIA – Un cartellone a tema, delle linee portanti che attraversano diversi spettacoli e il gusto per la contaminazione sono lo stile di MARTE, la stagione teatrale al Teatro San Francesco, diretta e organizzata dalla Compagnia Stregatti, in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal vivo.

A noi piace avere un tema per il nostro cartellone, l’anno scorso era Enjoy e quest’anno è MigrAzioni”, spiega Gianluca Ghnò degli Stregatti, “le  MigrAzioni sono intese come spostamenti in senso globale, non solo nello spazio, e come contaminazioni. E’ un titolo che ci è sembrato adatto per una stagione molto contemporanea, sempre con il sorriso e la voglia di stare insieme, perché raccontare la realtà di oggi non significa certo farlo in modo serioso”. Continua dopo il banner

adv-328

La trasversalità dello spostamento è anche arte e diventa passaggio dalla parola alla musica, altro tema sempre presente in ogni appuntamento, e dalla narrazione in prima persona alle grandi vicende storiche. Questa la trama fitta e sottile che attraversa gli otto spettacoli a partire dal 20 ottobre sino al 12 maggio.

Le migrazioni nel senso di collegamenti e viaggio tra culture sono quelle che permeano lo spettacolo di apertura, venerdì 20 ottobre, di MARTE: “L’Altra Odissea/HOBO”, con Gabriel Delta, Giusy Barone e il gruppo dii musicisti composto da Daniele Mignone (Basso), Gianni Gotta (Chitarra), Carlo Bellotti (Batteria, Percussioni). Si parte all’omonimo disco  di Gabriel Delta uscito a Marzo del 2017, “Hobo”, la cui traduzione letterale è vagabondo-spirito libero,  per uno spettacolo in due parti. “La prima parte è oltre il concerto ed è realizzata da Giusy Barone che ne ha scritto i testi”, spiega Ghnò, “Lei sarà la Nausicaa che narra le storie che legano come un fil rouge le canzoni di Gabriel Delta”. Verrà poi offerto un bicchiere di vino per festeggiare i 10 anni di attività artistica della Compagnia Teatrale Stregatti e verrà brevemente presentata al pubblico la nuova stagione, per terminare con il concerto di Gabriel Delta e i suoi musicisti.

Si entra nel vivo della tematica del cartellone venerdì 17 novembre con Giuseppe Cederna inDa Questa Parte del Mare”. Tratto dal libro, uscito postumo, della vita del cantautore Gianmaria Testa, parla di migrazioni di popoli, ma anche di identità e terra. E’ un viaggio-racconto dei pensieri, delle storie, delle situazioni che hanno contribuito a dare vita ad ognuna delle canzoni dell’album omonimo, ed è anche il racconto dell’autore stesso e delle sue radici.

“Era d’ottobre”(1 dicembre), vede protagonista narrante Paolo Mieli,  personalità del giornalismo che racconta la storia di un secolo a partire dalla rivoluzione russa. “Nulla cambia di più gli uomini che la Storia con la s maiuscola, nella sua grande azione di spostamento”, dice Ghnò, “noi speriamo che vengano tanti giovani, perché conoscere il passato è importante in tutti i campi, dal teatro alla politica e questa è una grande lezione, spettacolarizzata con musica e video per arrivare più facilmente a tutti.”. Con questa lezione-spettacolo continua per MARTE il  filone storico-giornalistico, ben iniziato la scorsa stagione al San Francesco con il sold out di Corrado Augias. Anche qui rientra la musica, con proiezioni e una colonna sonora, per uno spettacolo che promette passaggi su piani diversi e complementari.

Proprio la musica è anche nel titolo in  “Sconcerto rock” di e con Gene Gnocchi (26 gennaio), spettacolo che promette di essere esilarante e che racconta di una anziana rockstar che torna alla ribalta, affrontando rocamboleschi ostacoli del mondo odierno dello spettacolo. Anche qui uno spostamento, quello del piano narrativo dalla terza alla prima persona, in un dinamismo continuo che vede l’avvicendarsi di tanti improbabili personaggi interpretati sempre dal protagonista.

i linguaggi della canzone d’autore, della poesia e del monologo, il tono satirico e le riflessioni sulla nostra società sono il mix che caratterizza “Cabaret concerto”, di e con David Riondino e Flavio Oreglio (9 febbraio). Indiscutibilmente il carattere è divertente, l’umorismo tagliente prevale e la musica diventa concerto in tutt’uno con le parole.

Come ogni anno, MARTE propone il giorno di San Valentino uno spettacolo sull’amore, ogni volta in una diversa sfumatura e sempre con la formula due cuori un biglietto, ovvero un solo biglietto per ogni coppia (di innamorati, di amici…). Il 14 febbraio sarà di scena “La locandiera” presentata dagli Stregatti con la regia di Gianluca Ghnò, in una versione fedele al testo goldoniano, ma velocissima nei tempi comici e singolare nell’allestimento. Per saperne di più, qui la recensione.

CINZIA LEONE

Cinzia Leone, attrice cinematografica, televisiva, ma anche teatrale, è la protagonista di “Mamma sei sempre nei miei pensieri…spostati!” (e qui lo spostamento è evidente e richiesto), il 9 marzo. Si parla dell’imprinting che ogni madre lascia nei propri figli, della personalità intrinseca e di ciò che viene indotto. Si ride e si riconoscono ansie, problemi e insicurezze che derivano dall’essere inevitabilmente figli.

La chiusura è con un evento fuori cartellone, lo spettacolo–saggio (il 12 maggio) “Comedy VS Tragedy “ da W. Shakespeare, degli allievi della scuola degli Stregatti, che già hanno seguito i corsi  lo scorso anno e che hanno partecipato al seguitissimo “Sogno di una notte di mezza estate” in luglio ai giardini del Teatro Comunale. Lo stesso cast si cimenterà nella stessa sera con una tragedia e una commedia di Shakespeare: il “Giulio Cesare” e “La commedia degli errori”. Una sfida dove la regia tragica sarà di Gianluca Ghnò e quella comica di Giusy Barone.

Ma la programmazione riserva delle sorprese con due rassegne OFF che verranno presentate più avanti. “Rifaremo la rassegna OPEN dedicata allo sport e non anticipiamo nulla neppure sui luoghi perché potrebbero essere altri dal San Francesco”, anticipa Ghnò e lascia aperto un capitolo che promette parecchio.

La vendita diretta dei biglietti si effettua il martedì e il sabato dalle ore 10 alle 12  presso il TEATRO S. FRANCESCO  via S. Francesco 15 Alessandria. Info e prenotazioni telefoniche: 3314019616

Tutte le  informazioni sul sito http://www.teatrostregatti.it/