“Natività d’Autore”, l’arte presepiale a Villa Vidua

CONZANO – A Villa Vidua a Conzano per il periodo natalizio è esposta la mostra d’arte presepiale: “Natività d’Autore”, che vede quale protagonista il grande presepe provenzale (12 mq.) con centinaia di personaggi, i “santons” in terracotta policroma,  firmati da Escoffier.

L’espozione conzanese propone i «macachi»  di Albisola di vari figulinai da Tambuscio, Brilla a Gemma Niccolini e Renato Picone quest’ultimo è presente con un grande presepio.

Sono presenti altresì presepi di autori quali Emanuele Luzzati, Giovanni Bonardi, Max Ferrigno, Natale Panaro, Giovanni Tamburelli, Max Ramezzana, Marcello Mannuzza e Mastro Marcello. La collezione di presepi di Emanuele Demaria,  che va dal presepe tradizionale piemontese al più contemporaneo presepe Thun, sono affiancate alle realizzazioni in cera di Anna Rosa Nicola, nota restauratrice di Aramengo, appassionata creatrice di presepi.

E non manca in mostra il presepe napoletano: raffinati personaggi, riccamente abbigliati – come vuole la cultura del presepio partenopeo – sono presenti grazie allestimento curato da Beppe Puglia e don Renato Dalla Costa, che per il secondo anno consecutivo partecipano, con una serie di loro realizzazioni, alla mostra curata dal sindaco di Conzano, Emaunele Demaria.

Disegna una Natività fantastica” è invece lo spazio dedicato ai piccoli visitatori. Si tratta di uno spazio dove sarà possibile ideare, disegnandolo, un presepe, che sarà poi affisso nella sala che ospita la sezione bambini.

Le pareti delle sale di Villa Vidua ospitano inoltre la raccolta “Un secolo d’auguri”: letterine, cartoline e francobolli dedicati al tema della Natività, che appartengono alle collezioni di Mario Cravino, Carlo Arlenghi e Ezio Ogliaro del Circolo Filatelico Numismatico Casalese.

L’inaugurazione di “Natività d’Autore” è prevista per venerdì 8 dicembre alle ore 11 ed è visitabile la domenica e festivi dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 15 alle ore 18.30. In altre date/orari sono possibili visite su appuntamento, chiamando gli uffici comunali al n. 0142 925132.

L’ingresso è libero e gratuito.