FRASSINETO PO – Un evento di respiro nazionale per celebrare il 100° anniversario della morte del cappellano militare alpino, Don Francesco Girino – medaglia d’Argento al Valor Militare, e per commemorare i molti decorati e caduti frassinetesi della Grande Guerra.

E’ l’obiettivo raggiunto dall’Accademia di Cultura «Bernardino Cervis» di Frassineto Po che per ricordare il sanguinoso tributo della popolazione frassinetese alla Prima Guerra Mondiale, è riuscita ad ottenere la visita pastorale dell’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia S.E.R. Mons. Santo Marcianò – Generale di Corpo d’Armata. Un fatto eccezionale che ha richiamato anche l’attenzione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, tanto da inserire l’evento nel calendario predisposto dalla Struttura di Missione per gli anniversari di interesse Nazionale.

Il programma dell’evento, che si terrà a Frassineto Po, sabato 13 ottobre e che ha ottenuto il patrocino di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Comune di Frassineto Po e Diocesi di Casale Monferrato, prevede l’inizio alle 9 in Via San Rocco (ad inizio paese arrivando dalla S.P. Casale-Valenza), il corteo verso il monumento dei caduti per l’alzabandiera, la deposizione della corona e l’esibizione della Fanfara Vallebormida e, alle 10, la celebrazione Eucaristica. Seguiranno i saluti delle autorità.

Concelebrerà con l’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia, il Vescovo di Casale Monsignor Gianni Sacchi, il Vicario Generale don Giampio Devasini, il Parroco di Frassineto Po don Danilo Biasibetti, i Cappellani militari della zona 1 Piemonte e Valle d’Aosta: Don Michele Magnani, Comando Legione Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta, don Andrea Spinozzi, Comando Allievi Carabinieri Cernaia, don Mauro Cappello Cappellano Alpino da Cuneo, don Diego Maritano, Brigata Alpina Taurinense, don Luigi Talarico 3° Reggimento alpini di Pinerolo, don Simone Salvadore Reggimento Artiglieria Terrestre “a Cavallo” da Vercelli, don Giuseppe Cesana ora parroco di Porta Milano a Casale ed altri ancora.

Oltre alle autorità civili e militari in forza, e ai parlamentari del territorio, hanno confermato la loro presenza le autorità militari: Generale di Corpo D’Armata a riposo Benito Pochesci, il Generale di Corpo d’Armata a riposo Franco Cravarezza, il Generale di Corpo d’Armata a riposo, già Comandante Generale dell’Arma, Luigi Federici, il Generale di Brigata a riposo Guglielmo Zavattaro Ardizzi, e il Generale Franco Scaramagli.

Hanno già confermato la loro presenza con vessilli: Sezione Alpini di Casale, Alessandria, Acqui Terme, Asti e i gruppi Alpini di Occimiano, Borgo San Martino, Ponzano, Frassinello Monferrato, Ozzano, Cerrina, Mombello, Zenevreto, Villanova, Mirabello, San Giorgio, Serralunga di Crea, Conzano, San Maurizio, Pontestura, Ottiglio,
Cantavenna, Sala, Rosignano, Gabiano, Villamiroglio, San Salvatore Monferrato, Castellazzo Bormida, e le Sezioni Bersaglieri di Ferrara, Valenza e Bassignana.

Durante la giornata, a Palazzo Mossi, si potrà visitare la mostra “Frassineto Po e la Grande Guerra”, allestita sotto la direzione della professoressa Paola Vivaldi, racchiude numerose foto d’epoca delle trincee, della vita degli alpini in alta quota, Santa Messa al campo, l’uso degli aerei nella Prima Guerra mondiale, medaglie di bronzo, croci di guerra, un altare da campo militare, bici in uso dai bersaglieri nella Grande Guerra.

Alle 15, sempre a Palazzo Mossi, la giornata si chiuderà con il convegno “La fede e la guerra – Cappellani militari e preti-soldati nella grande guerra” che sarà tenuto da don Michele Magnani, decano Cappellano Militare Interforze Piemonte e Valle d’Aosta. Interverranno il Generale Pochesci ed il dott. Pier Felice degli Uberti che ricorderà il Cap. Severino Ubertis bersagliere Medaglia d’Argento a Valor Militare e S. Ten. Carlo Ubertis Alpino.