Spazio Kor

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Questa domenica, 4 novembre, è caratterizzata da molte cerimonie commemorative sulla fine della Grande Guerra (trovate tutto nella sezione ‘Incontri‘), ma non sono le uniche occasioni per uscire di casa. Ecco allora cosa potete fare oggi in provincia.

Per gustare prelibati piatti potete andare a Casalcermelli, dove la pro loco organizza il tradizionale pranzo nei locali delle ex scuole elementari in cui sarà protagonista principale il Cavolo di San Giovanni, ma avrete l’imbarazzo della scelta perché potrete anche gustare i tortelli di zucca o lo sformato di zucca con fonduta. Il pranzo costa 20 euro e si inizia a mangiare alle 12.30.

A Cella Monte, nel Monferrato, potrete respirare profumo di tartufo. In via Barbano Dante e Regione Sardegna si terrà infatti una mostra mercato di prodotti tipici, enogastronomici e
artigianali. Da non perdere il pranzo, alle 12.30 con piatti tipici della tradizione.

adv-936

Ad Acqui Terme, in piazza Italia e corso Italia, si terrà la “Festa di strada” con bancarelle e gonfiabili, a cura della Confesercenti.

A Bistagno, sempre questa domenica 4 novembre, troverete il Mercatino d’autunno con bancarelle degli artigiani, degustazioni dei prodotti locali e antiquariato. Ceci infine a Visone, dalle 11, con la ‘Sagra dei ceci’ nella centralissima piazza Matteotti.

Nel pomeriggio alle 16.30 il cinema Macallè di Castelceriolo propone la consueta proiezione domenicale del film di Yvan Attal “Quasi Nemici”. Si tratta di una pellicola che affronta le difficoltà e i pregiudizi subìti da una studentessa araba, da parte di un professore bigotto, razzista e cinico. I due si troveranno a dover collaborare, avvicinando i rispettivi mondi. Alle 18.30 invece verrà proiettato il film “La donna dello scrittore”, la potentissima pellicola di Christian Petzoldl presentata in concorso all’ultimo Festival di Berlino. Il film proietta la seconda guerra mondiale e il dramma del nazismo ai giorni nostri, raccontando la storia di una coppia, che fugge dalla persecuzione politica in cerca di una nuova vita.

adv-807

Dopo cena, alle 21, riapre ad Asti lo Spazio Kor, con lo spettacolo con “Effetto Werther”. L’espressione effetto Werther si riferisce al fenomeno per cui la notizia di un suicidio pubblicata dai mezzi di comunicazione di massa provoca nella società una catena di altri suicidi. Il testo parte dal microdramma di Corinne Choule che cerca un inquilino a cui subaffittare il proprio appartamento. Appena lo spettatore riconosce la donna come protagonista, questa si suicida lasciando al nuovo inquilino, Cobb, l’impegno di mandare avanti la trama. Questo nasconderà il cadavere di Corinne Choule in un baule e negherà spudoratamente della sua esistenza ai vicini, terzo fondamentale personaggio inserito da Rolan Topor. Questi, infatti, come stavano già facendo con l’inquilina precedente, inizieranno un gioco sadico e violento sulla psicosi “dell’inquilino del terzo piano” no a portarlo ad una trasformazione. Lo spettatore avrà, per tutto il tempo, la sensazione di spiare all’interno di una casa che non gli appartiene, a tratti, sentendosi anche di troppo per le vicende disagianti che si verranno a creare. Il pubblico compirà un viaggio insieme a Cobb e Corinne in una trama che scava, melliflua, nella psiche dei personaggi e in quella degli spettatori. Lo Spazio Kor si trova in Piazza San Giuseppe ad Asti. Ingresso 10 euro.

Infine ricomincia la stagione teatrale al Teatro Sociale di Valenza, con un’ospite d’eccezione, Valentina Lodovini. L’attrice italiana, vincitrice di un David Donatello e nota per le molte interpretazioni in film e serie tv di successo, porta in scena l’opera di Dario Fo e Franca Rame “Tutta casa, letto e chiesa” un classico del teatro, in cui tanto si ride in modo amaro, sulla condizione femminile e in particolare sulle servitù sessuali della donna. L’opera risale al 1977 e oggi più che mai rivela la sua scottante attualità. Lo spettacolo inizierà alle 21. Ingresso 20 euro, ridotto 16.