COSTIGLIOLE D’ASTI – Inizia il 31 dicembre la Mezza Stagione del Teatro Municipale di Costigliole, con la direzione artistica e organizzativa del Teatro Degli Acerbi. In programma, un cartellone ben assortito di spettacoli brillanti, musica, Capodanno al Castello e una domenica teatrale per famiglie. Il filo è la riscoperta nel senso più nobile delle tradizioni popolari, presenti sia nella forma della commedia dell’arte che in quella delle giullarate, passando attraverso il grande teatro napoletano e la musica in più declinazioni.

La stagione teatrale è realizzata dal Comune di Costigliole d’Asti e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare. Fondamentale è il contributo delle Fondazioni C.R.Asti e C.R.T. e di importanti sponsor locali.

Concerto di Capodanno

Il Capodanno a Teatro è ormai una tradizione consolidata a Costigliole e, questa volta, sarà in musica, seguito dal brindisi al Castello, nelle sale rinnovate del piano nobile, tornate agli antichi sfarzi e oggetto di un nuovo progetto di valorizzazione. Il concerto di lunedì 31 dicembre (alle 22) spazierà tra opera, operetta e canzone con quattro interpreti lirici e pianista in un programma di brani accattivanti e in tema festaiolo.

Il 2019 inizia, Il 26 gennaio, con «Vanzetti. Il sogno di un emigrato Italiano», portato in scena dal Teatro degli Acerbi, una storia “di emigrazione, di libertà offuscate, di diritti negati”, nelle parole del suo autore Luciano Nattino.

Due appuntamenti in febbraio: per la prima volta Il Regio Itinerante con “American graffiti” (2 febbraio), una carrellata di settant’anni di storia musicale d’America, entrata nel mito, e “Il mercante di monologhi” con Matthias Martelli (23 febbraio). Ritorna qui il tema del teatro popolare, nella forma tramandata dai giullari e dai saltimbanchi, rivisitata in chiave moderna. Trascinando un carretto che rimanda ai Carri di Tespi,  fra comicità, musica dal vivo, magia e trasformismo, Matthias Martelli moltiplica se stesso in moltissimi personaggi, quelli dei monologhi di cui è mercante.

A marzo il teatro napoletano e la commedia dell’arte con due compagnie già apprezzate dal pubblico costigliolese: sabato 9 marzo la Compagnia Teatrale Masaniello con la nuova commedia “O’Scarfalietto” di Scarpetta, alla sua prima data nell’astigiano, e, sabato 23 marzo, Stivalaccio Teatro nel suo scoppiettante e divertentissimo «Don Chisciotte. Tragicommedia dell’arte». In un contesto metateatrale, due attori della commedia dell’arte raccontano la messa in scena del testo di Cervantes che li salvò, nella Venezia del 1542, dalla sentenza di morte dell’inquisizione. “L’effetto è pirotecnico e vorticoso, in una sovrapposizione temporale che travolge anche il testo, contaminato da citazioni letterarie e teatrali di ogni epoca” e, per saperne di più, qui la recensione dello spettacolo.

Completa il programma una domenica a teatro il 17 febbraio alle 16, con il ritorno della compagnia “Il dottor Bostik” nel poetico spettacolo di teatro di figura “Il melo gentile”, per grandi e piccini.

Gli spettacoli del 26 gennaio e del 23 marzo saranno preceduti da momenti (pillole) di danza sul palco, un progetto voluto da Piemonte dal Vivo con l’obiettivo di approfondire e stimolare l’interesse e la conoscenza verso il linguaggio coreografico. Come di consueto, al termine delle rappresentazioni, si scenderà nella cornice caratteristica della Cantina dei Vini, con degustazioni di qualità e vini del territorio.

Proseguono inoltre gli appuntamenti di “Teatro Scuola”, con due appuntamenti al mattino per gli studenti delle scuole costigliolesi a febbraio e marzo.

Abbonamento a sei serate (compreso capodanno a teatro) intero euro 60, ridotto euro 50. I biglietti saranno in prevendita una settimana prima dei singoli appuntamenti, con possibilità anche di prenotazione telefonica.

Biglietti per le singole serate: intero € 12, ridotto € 10.  Biglietto singolo capodanno a teatro: intero € 20. Biglietto singolo per pomeridiana: € 5,00

Per informazioni e prenotazioni: Teatro degli Acerbi 339-2532921 [email protected], www.teatrodegliacerbi.it e su facebook