ALESSANDRIA – Muoversi, assaggiare, ascoltare e vedere. Sono queste le quattro parole d’ordine della 23^ edizione della Festa del Borgo Rovereto, in programma nello storico quartiere alessandrino questi sabato e domenica. La manifestazione, ormai diventata consolidata tradizione, prevede un ricco programma di appuntamenti artistici, culturali, musicali, ed enogastronomici.

La festa è organizzata dall’Associazione dei Commercianti di Borgo Rovereto in collaborazione con il Comune di Alessandria, la Camera di Commercio, il Conservatorio ‘Vivaldi’, l’Ascom Confcommercio e il Gruppo Amag.

Continua dopo il banner
adv-401

Aperte le chiese Santa Maria del Carmine in via Guasco, la Chiesa di Santo Stefano nell’omonima piazza e Santa Maria di Castello, con la possibilità di effettuare visite guidate.

Domenica sarà aperta anche la Sinagoga di via Milano, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle ore 19. Alle 17 Paola Vitale, delegata della Comunità Ebraica di Alessandria terrà un incontro intitolato “1490: Abraham di Josef Cohen – Il primo ebreo ad Alessandria“, dedicato all’arrivo degli ebrei nella nostra città e della costituzione di una comunità, fino ai giorni nostri con alcuni aneddoti di vita quotidiana.

Al chiostro di Santa Maria di Castello, in particolare è stata allestita “Dalla Piazza al Chiosto”, una mostra collettiva di artisti contemporanei. Ad organizzarla anche l’associazione Idea Onlus. Appuntamento dalle 11 alle 20, in entrambe le giornate.

Tra le novità di questa edizione l’esposizione  di opere di grande formato realizzate nei laboratori d’arte delle carceri di Alessandria in collaborazione con Ics Onlus – Artiviamoci allestita in via Volturno.

In via Dossena sarà nuovamente protagonista lo street food con le eccellenze del territorio.  

Non mancheranno gli appuntamenti musicali in collaborazione con il conservatorio Vivaldi di Alessandria.

Domenica alle 18 è previsto infatti il concerto di cinque allievi del Dipartimento Jazz del Conservatorio alessandrino, con i cantanti Cecilia De Lazzaro e Nicola Delle Foglie, Riccardo Gresino alle tastiere, Gian Marco Chiarella al basso elettrico e Edoardo Zampolino alla batteria. Appuntamento nel Cortile della Camera di Commercio in via Vochieri 58. Il repertorio sarà vario, con standard di carattere energico, molto swing, con richiami in qualche caso alla Bossa Nova. Nel programma è stato inserito qualche brano acid jazz degli Incognito, di Steve Wonder e Miriam Makeba.

I cortili delle abitazioni aperti e diventeranno palcoscenico per i molteplici eventi: quest’anno la raccolta si arricchisce con il cortile di palazzo Franzini in via Vescovado, n 11 dove nella giornata di domenica si terrà un evento a cura dell’associazione “Ave Nahele” e con i cortili di via Milazzo 1 e 13 dove si svolgeranno  esposizioni di artigianato di qualità.

Con la conclusione dei lavori in piazza Santa Maria di Castello la festa si riappropria di uno spazio importante che in questa edizione sarà teatro di numerose iniziative, anche  in collaborazione con l’istituto professionale Enaip.

Dalle 15.30 alle 18.30 di sabato, infatti, la scuola Enaip sarà aperta con dimostrazioni pratiche curate da allievi dei nostri corsi di: acconciatura, cucina, sala bar, elettricista. Offerta di stuzzichini e bevande analcoliche.

Alle 20.15 di sabato sera inizierà la pre sfilata  Master Hair, una competizione tra cinque allieve acconciatrici del corso di acconciatura che si sfidano a colpi di pettine e spazzola acconciando cinque modelle.

Alle 21 spazio alla sfilata EnaipL’acconciatura in Piazza”: un percorso nella storia della città accompagnato dalla sfilata degli allievi della scuola. Un narratore presenterà e racconterà alcuni eventi significativi della piazza e della città e durante il monologo si svolgerà una performance. Al termine della rappresentazione ci sarà la passerella relativa al periodo storico.

Tutto sarà accompagnato da musica del tempo.

Alle 22 di domenica, invece, la scuola Enaip ospiterà il Concerto del Duo “Gli ii”, con un componente del duo docente Enaip.