ALESSANDRIA – Deluso ma pronto a ripartire. Dopo l’infortunio alla mandibola in allenamento che lo ha costretto a rinunciare all’incontro del 24 maggio a Mantova valido per il titolo italiano, il campione della Boxe Valenza si ributtato a capofitto negli allenamenti. “Da un evento negativo ho sempre cercato di trarne un aspetto positivo” ha detto Randazzo. Fino a maggio non potrà ricevere colpi al volto ma la passione per la boxe è troppo grande per alzare il piede dall’acceleratore. Insieme al suo ex rivale, l’argentino Nicolas Demario, da qualche settimana ad Alessandria, Randazzo ha dato vita a una sorta di gemellaggio tra Italia e Argentina, con Demario pronto ad affiancarlo negli allenamenti ai bambini e ragazzi delle palestre Aquaelibrium di Alex Piccinini e Pugilistica Valenzana, di Adriano Gadoni.

adv-384