ACQUI TERME – A Pasquetta lunedì 17 aprile Grandi Giardini Italiani ( il network che riunisce 124 giardini visitabili in tutta Italia e quest’anno festeggia i vent’anni) organizza  la Caccia al tesoro Botanico che si terrà in 29 giardini in tutta Italia.  La Caccia al Tesoro Botanico di Grandi Giardini Italiani rappresenta ormai un appuntamento fisso per grandi e bambini e da sempre riscuote moltissimo successo perché permette alle famiglie di vivere in modo diverso una giornata tradizionalmente dedicata alle gite fuoriporta, approfittando dei primi giorni di primavera e andando alla scoperta della natura in maniera gioiosa e giocosa in alcuni dei giardini più belli d’Italia, tra isole, labirinti, laghetti, boschi, giochi d’acqua, sculture, vialetti e veri e proprio musei all’aria aperta!

L’evento è dedicato alle famiglie, e rivolto in particolar modo ai bambini in età scolare, che potranno scoprire i tesori botanici custoditi nei giardini attraverso differenti attività pensate apposta per loro. Continua dopo il banner

adv-786

E mentre i bambini saranno impegnati nella Caccia al Tesoro, ai genitori e ai fratellini più piccoli verranno proposte altre attività a tema green, alla scoperta dei giardini e della natura

 

In provincia di Alessandria  la Caccia al tesoro botanico si terrà a Villa Ottolenghi Wedekind di Aqui Terme e a Villa Badia a Sezzadio.

Villa Ottolenghi Wedekind è una vera e propria fortezza razionalista, occupa, come un antico castello cinto da mura, la sommità di una collina circondata dai vigneti di Acqui Terme. Al posto delle mura di un castello, si snoda una panoramica passeggiata che racchiude gli edifici e il giardino in una simbolica forma ad anello.

Nel segno dell’arte come ragione di vita, si dipana l’avventura di villa Ottolenghi, che viene condotta sul filo della ricerca dell’eccellenza dagli Ottolenghi, i quali coinvolgono nell’impresa a partire dagli anni Venti, i protagonisti della scena artistica del primo Novecento: da Marcello Piacentini, a Vincenzo Vaccaro, a Venanzo Crocetti ad Arturo Martini. Il parco, uno dei più straordinari giardini moderni visitabili oggi in Italia è opera del famoso architetto paesaggista Pietro Porcinai, dove geometria e arte si fondono con la natura nella reinterpretazione del giardino formale. Da visitare il mausoleo, o Tempio di Herta, il museo privato degli Ottolenghi e la Cantina, che propone una produzione vinicola di alta qualità.

 

Il complesso dell’Abbazia di S. Giustina si trova alle porte di Sezzadio, ai confini dell’Alto Monferrato acquese e dei suoi paesaggi vitivinicoli dichiarati nel 2014 patrimonio dell’umanità Unesco. Il complesso comprende Villa Badia con il suo parco storico, l’abbazia romanica di S. Giustina fondata dai benedettini nel 1030 ed estesi fabbricati rurali ottocenteschi di affascinante originalità architettonica, con corti coloniche, magazzini e stalle che fanno da ali alla villa padronale.

Per informazioni : www.grandigiardini.it