Prendere i soldi “a babbo morto”: perché diciamo così

RADIOGOLD – L’espressione “A babbo morto” è tornata in auge anche grazie a Zerocalcare. Una delle sue opere infatti si intitola così, riportando una frase gergale antica che indica il pagamento dilatato nel tempo da parte di un debitore. L’espressione è spiegata dall’Accademia della Crusca e si riferisce a un prestito che gli usurai facevano ai giovani in enormi difficoltà economiche. In questi casi le somme ricevute sarebbero state restituite alla morte del padre e alla concomitante riscossione dell’eredità. Una condizione quindi che evidenzia i tempi lunghi nel pagamento.

L’espressione poi ha assunto una accezione ironica indicando pagamenti con lunghisisme dilazioni o peggio prestiti a fondo perduto: “Prendere i soldi a babbo morto“.

adv-283