A spasso per l’Alessandrino: l’Anello Borbera-Spinti tra natura e relax

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Se siete alla ricerca di una giornata alternativa ma senza allontanarvi troppo dalla Provincia, il sentiero ad anello Borbera-Spinti potrebbe essere una soluzione che fa per voi. Il sentiero 200 (ABS Anello Borbera – Spinti) ha come punto di partenza Stazzano, e con un percorso circolare attraversa i confini delle due valli, raggiungendo Arquata Scrivia. Nel suo complesso, l’itinerario raggiunge il centinaio di chilometri, e data la considerevole lunghezza è stato suddiviso in 11 tappe:

  1. Stazzano – Cà del Bello
  2. Cà del bello – Molo Borbera
  3. Molo Borbera – Forcella sud Monte Barillaro
  4. Forcella sud Monte Barillaro – Monte Giarolo
  5. Monte Giarolo – Capanne di Cosola
  6. Capanne di Cosola – Capanne di Carrega
  7. Capanne di Carrega – Monte Antola
  8. Monte Antola – San Fermo
  9. San Fermo – Costa Salata Mongiardino
  10. Costa Salata Mongiardino – Borassi
  11. Borassi – Arquata Scrivia

Oggi vi parleremo della tappa 7, che rappresenta uno dei tratti più belli del percorso, privo di dislivelli importanti e adatto anche alle famiglie. Si inizia risalendo la Strada Provinciale 140 della Val Borbera fino al km 27,400, per poi imboccare la SP 147 sulla destra e proseguire in direzione di Carrega Ligure. Superato il paese continuate a salire, e al km 15,700 troverete posto per parcheggiare l’auto nella località Capanne di Carrega. Dalla Locanda omonima alla località proseguite su strada asfaltata per 300 metri, e al confine con la provincia di Genova svoltate sullo sterrato a destra. Proseguite all’interno di un bosco e arrivate in una zona di pascolo. Girate poi a destra, e continuate a camminare in paesaggi alternativamente aperti e boschivi.

Il percorso continua tra lievi saliscendi, per giungere al Passo delle Tre Croci, in corrispondenza del quale si trova anche l’attacco del sentiero 240 che scende sulla destra verso la frazione di Vegni. Percorrete l’itinerario sempre in prossimità della dorsale, e risalite una faggeta dal fondo lastricato, lasciandovi sulla destra l’incrocio con il sentiero 245a: svoltate a sinistra uscendo dalla faggeta, e da lì a poco potrete vedere la cima del Monte Antola. Dalla sommità del monte potete ammirare una panoramica sul territorio della provincia di Alessandria e di quella di Genova. Il cammino, nel suo complesso, è lungo 6,37km, e prevede un tempo di percorrenza di circa 2 ore; , a cui vanno sommati i tempi di ritorno.

adv-341