ISCHIA – Alle 20.57 di lunedì la terra ha tremato a Ischia. La scossa, di magnitudo 4 e a 5 chilometri di profondità, ha provocato due morti e almeno 39 feriti. Oltre 2600 le persone sfollate. A raccontare quegli attimi di paura anche una novese, Monica Tolino, in vacanza nell’isola campana insieme al figlio Samuele. Monica si trovava a Forio, un Comune nella zona ovest dell’isola, a circa 6 chilometri da Casamicciola, il centro ischitano più colpito.

“Eravamo in un ristorante, c’è stato un black-out e poi abbiamo sentito un boato, come uno sparo lontano, e il pavimento ha tremato per pochi attimi” ha raccontato Monica ai microfoni di Radio Gold “ovviamente tutti si sono spaventati ma poi la serata è continuata. Solo dopo abbiamo scoperto quello che è successo in altre zone dell’isola.Continua dopo il banner

adv-95

Anche se distante pochi chilometri da Casamicciola, il Comune di Forio non ha quindi subito gravi conseguenze dal terremoto. Per fortuna non abbiamo assistito ad alcun crollo, qui non ci sono stati danni” ha aggiunto la cittadina novese.

Intanto in base alle prime informazioni un ingegnere del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Alessandria è partito per Ischia a supporto dei colleghi già impegnati sul posto.

Foto tratta dal profilo Twitter dei Vigili del Fuoco.