Efficaci i continui controlli per impedire furti in provincia

Continua l’attività della Polizia di Stato finalizzata alla prevenzione dei reati nella provincia alessandrina.
Il controllo a tappeto del territorio provinciale da parte della Polizia di Stato si sta dimostrando fruttuoso, soprattutto nella prevenzione dei reati predatori. La Sezione Volanti della Questura, insieme alle squadre dei Reparti Prevenzione Crimine, ha infatti intensificato i pattugliamenti con risultati concreti. Una delle operazioni più rilevanti in questo senso è stata quella che ha portato all’arresto di un cittadino romeno, avvenuto il 19 novembre scorso. A bordo di una Ford l’uomo è stato sorpreso in viale Milite Ignoto con 100 paia di scarpe, borse e indumenti di pelle. Il materiale era stato portato via da un negozio di via Piacenza ad Alessandria.

Gli interventi delle ultime settimane hanno permesso di bloccare quattro cittadini romeni provenienti da Pavia. Venerdì erano in provincia con il “chiaro” intento di “programmare e compiere successivamente illecite incursioni notturne”. Tutti sono stati individuati ed allontanati con i provvedimenti di rito.
Analoga sorte è toccata a due italiani già noti per precedenti reati contro il patrimonio, residenti in Casale Monferrato, fermati in città mentre si aggiravano in corso Felice Cavallotti. I due avevano indosso altrettanti cacciaviti di 25 e 27 centimetri di lunghezza, nascosti dentro uno zaino.
In precedenza, la settimana passata, il 14 novembre, quattro pregiudicati tunisini e romeni, questi ultimi provenienti da San Donato Milanese e colti in flagranza mentre rubavano in un supermercato cittadino, sono stati denunciati e proposti per l’applicazione della misura di prevenzione dell’allontanamento con foglio di via obbligatorio. Infine un sedicenne, sempre il 14 novembre, è stato denunciato per il furto di una borsa nei pressi di via Maggioli ad Alessandria.
Soddisfatti dei risultati i vertici della Questura per una politica di intervento che si sta confermando “strategia vincente nella lotta alla criminalità, specie quella di tipo predatorio”.