Se siete automobilisti indisciplinati ma disposti a pagare in fretta le contravvenzioni da lunedì potete beneficiare di uno sconto del 30%. E’ entrata  infatti in vigore una delle norme più discusse durante l’iter parlamentare del decreto del Fare. Il trasgressore del codice della strada se pagherà entro 5 giorni dalla contestazione potrà versare solo il 70% della cifra complessiva. Lo spirito della norma è quello di recuperare immediatamente il denaro consentendo ai Comuni di avere subito il ”cash” anziché perdere soldi e tempo con le cartelle da far riscuotere a Equitalia. Il beneficio non è passato per i patentati virtuosi, senza infrazioni da almeno 2 anni.

Per beneficiare del risparmio non occorre fare nulla, è sufficiente, subito dopo la ricezione della notifica andare a pagare l’importo ridotto.
La questione è legata alla multa sul parabrezza. La norma appena pubblicata non contempla questa possibilità visto che parla solo di notifica. In teoria però dovrebbe entrare in vigore l’interpretazione più favorevole al cittadino. Comunque si può chiedere al vigile ancora nei paraggi o eventualemente è possibile andare al comando per ottenere l’immediata notifica della multa. Stesso discorso in caso di contestazione in flagrante. Anche qui è necessario chiedere l’immediata notifica della contravvenzione spiegando che si vuole pagare entro cinque giorni per poter usufruire dello sconto.
La decurtazione del 30% viene calcolata sull’importo previsto dal codice, escludendo perciò le spese di notifica. La cifra da pagare dovrà essere precisa e non potrà essere arrotondata per evitare di perdere il diritto allo sconto.
La norma trova attuazione su tutte le sanzioni eccetto quelle che prevedono la sospensione della patente o la confisca del veicolo o ancora le infrazioni di carattere penale (ad esempio guida in stato di ebbrezza). E’ implicito che il pagamento fa decadere il diritto a presentare ricorso contro la multa stessa.