Cisterna nel fienile sequestrata dalla Guardia di Finanza
adv-520

Un piccolo imprenditore del settore edile aveva deciso di installare nel fienile una cisterna da 1200 litri, destinata allo stoccaggio di gasolio. La struttura però non è sfuggita alla Guardia di Finanza di Alessandria. Le verifiche compiute dalle Fiamme Gialle hanno infatti permesso di appurare l’assenza della necessaria autorizzazione comunale all’istituzione di impianti di erogazione di carburanti ad uso privato. L’imprenditore aveva piazzato la cisterna pensando di poter in questo modo rifornire i mezzi impiegati nella propria attività e risparmiare un po’ di denaro. Anche se non utilizzata per rifornire altri soggetti la cisterna rappresenta un  “impianto stradale di distribuzione dei carburanti” (legge regionale n. 14 del 31 maggio 2004). L’imprenditore è stato perciò segnalato al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Alessandria per i provvedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, tra i quali anche rilievi di natura penale, e al Comune per l’applicazione delle conseguenti sanzioni amministrative previste (pagamento di una somma da euro 500 ad euro 5000). Le attrezzature collegate all’impianto di erogazione e il carburante contenuto nella cisterna sono stati sequestrati.