Casale in lutto per la scomparsa del vice sindaco Filiberti: alle 18.30 il rosario in Duomo
adv-256

Verrà celebrato questo martedì, alle 18.30 in Duomo a Casale, il rosario di Giuseppe Filiberti, il vicesindaco della città monferrina. Filiberti, 57 anni, da tempo malato, si è spento lunedì mattina all’Ospedale Santo Spirito. La morte del vice sindaco di Casale ha lasciato sgomento il primo cittadino, Giorgio Demezzi, che ha definito Filiberti “un amico sincero, dall’aspetto forse burbero, ma buono nella sostanza”. Un uomo, ha aggiunto Demezzi, “che si è messo al servizio della sua città con impegno e coraggio, diventandone un punto di riferimento politico importante“. Proprio questo martedì mattina, alle 9, verrà aperta la camera ardente allestita nella Sala consiliare del Comune di Casale Monferrato. Da Palazzo San Giorgio, mercoledì mattina alle 10, partirà poi il corteo che accompagnerà il feretro fino alla Cattedrale di Sant’Evasio dove, alle 10.30, verrà celebrato il funerale. La morte del vice sindaco Giuseppe Filiberti ha addolorato l’intera città di Casale, che solo qualche mese fa aveva già dovuto dire addio ad un altro membro della Giunta, Augusto Pizzamiglio. “Con la scomparsa di Beppe Filiberti, Casale perde una persona per bene e un amministratore preparato e appassionato” ha scritto, a nome del Coordinamento Cittadino del Popolo della Libertà – Forza Italia, l’assessore Casalese, Nicola Sirchia. La notizia della scomparsa del vice sindaco di Casale è stata accolta con dolore anche dall’on. Fabio Lavagno di Sel. “Con Filiberti – ha spiegato il consigliere comunale d’opposizione – la città monferrina ha perso l’immagine stessa della Lega Nord di Casale, un politico lontano dai toni urlati e che ha sempre dimostrato una attitudine al confronto, merce quanto mai rara nel mercato della politica“.  Filiberti si occupava di Bilancio, Programmazione economica, finanziaria e fiscale, Economato, controllo di gestione, Sportello unico, Gestione del patrimonio, Decentramento, Servizi demografici, Verifica attuazione del programma, Sussidiarieta’ e dopo la scomparsa di Pizzamiglio, lo scorso 25 giugno, aveva ricevuto anche le deleghe a Turismo, Casale capitale del monferrato, Grandi eventi, Comunicazione.