Famiglia Salesiana in festa dal Rettor Maggiore
adv-265

VALENZA – Domenica 20 maggio a Torino, don Angel Fernandez Artime, decimo successore di Don Bosco, ha incontrato la Famiglia Salesiana, formata da numerosi gruppi che, pur nelle loro specificità, incarnano il medesimo carisma, eredità del santo fondatore. “Ho un sogno” così esordisce don Angel davanti ad una platea festosa. Il suo sogno è una famiglia salesiana che non chiuda mai le porte a nessuno, una famiglia che sia punto di riferimento per i giovani che hanno bisogno. E quando le periferie sociali ed esistenziali si mescolano, i ragazzi hanno necessità di cure materiali, ma anche di qualche parola, un saluto, uno sguardo, un sorriso. Don Angel ricorda la figura del beato Luigi Variara, missionario salesiano, il quale giunto ragazzino a Valdocco, ebbe con Don Bosco un brevissimo incontro, nel quale il sacerdote rivolse a lui uno sguardo che lo conquistò; non si rividero più, perché poi don Bosco morì, ma Luigi diventò salesiano e partì in missione.
Solo uno sguardo. Occhi che sanno vedere ma anche ascoltare, chiedere, capire: sono quelli che vogliamo avere con chi incontriamo; il sorriso apre la relazione, crea un filo tra me e l’altro, un sorriso che il Rettor Maggiore ci chiede di non perdere mai e che lui stesso regala in abbondanza durante l’incontro. Lo stesso Papa Francesco in occasione del bicentenario nel 2015 sottolineava l’amorevolezza gioiosa dei salesiani ed è questa una caratteristica che il Rettor Maggiore ci chiede di coltivare. Alle domande della Famiglia Salesiana accorsa a Valdocco don Angel risponde con ammirabile franchezza e con senso pratico, ricordando ancora una volta che è nella propria quotidianità, nel proprio ambiente di vita e di lavoro che bisogna essere cristiani credibili, soprattutto per le giovani generazioni.
I gruppi della Famiglia Salesiana, ben 31, rappresentati in proporzioni diverse in varie parti del mondo, vivono nella Chiesa con un’identità che li unifica nel percorso proposto dal Rettor Maggiore; sono arrivati a Torino ad ascoltare don Angel Artime con quella comunione di intenti che ancora oggi rinnova le parole di Don Bosco: “L’educazione è cosa di cuore”.
“Ho un sogno” ripete don Angel; ora è diventato il sogno di tutta la Famiglia Salesiana.

Il Nuovo Consiglio Locale di Alessandria dei Salesiani Cooperatori, che si è rinnovato il 17 maggio e sarà in carica per tre anni 2018/2021 accoglie l’invito del Rettor Maggiore a conoscersi ed invitare altri a camminare con noi con lo spirito delle tre A: Ascolto, Attenzione, Amore. Fanno parte del nuovo Consiglio 7 componenti: Giuliana Iannucci – coordinatrice, Manuela Cibin, Serena Demicheli, Tiziana Demicheli, Alessandra Fantino, Caterina Fiaschi, Stefano Grassi.

adv-534