ALESSANDRIA – I curatori del fallimento Borsalino, Stefano Ambrosini e Paola Barisone hanno comunicato che, “nell’ambito della procedura di gara relativa al compendio aziendale, è pervenuta, nel termine stabilito, l’offerta di acquisto da parte di Haeres Equita“. Pertanto, Borsalino “è stata aggiudicata in via provvisoria, ai sensi della legge fallimentare e del bando di gara” all’azienda di Philippe Camperio. Questo è quanto si legge in un comunicato diffuso dopo l’apertura delle buste.

Ora ci saranno altri 10 giorni per eventuali rilanci con l’aggiudicazione definitiva fissata quindi al 22 luglio con però la Haeres Equita sempre più vicina all’aggiudicazione definitiva. La vendita riguardava l’intero compendio aziendale con l’unica esclusione del marchio Borsalino.

Philippe C. Camperio, presidente esecutivo di B Collective e di Haeres Equita, ha dichiarato: “In attesa dell’assegnazione definitiva, siamo lieti che siano andati a buon fine gli sforzi compiuti negli ultimi tre anni per acquisire questa magnifica manifattura dove un così prezioso savoir-faire viene espresso ogni giorno. Non vediamo l’ora di continuare a sviluppare questo marchio iconico in tutto il mondo con nuove collezioni e nuove sedi territoriali, oltre a mantenere il nostro impegno nella città di Alessandria. Desidero ringraziare tutte le parti interessate per il loro continuo supporto. Guardando con fiducia ai prossimi 160 anni di storia del marchio Borsalino Giuseppe & Fratello“.

Edouard Burrus, Vice-presidente di Haeres Equita, ha dichiarato: “Desidero ringraziare l’intero team di Borsalino e tutte le persone che ci hanno sostenuto in questa avventura. E’ con immenso piacere che prendiamo atto del risultato dell’asta al termine di 3 anni di forte impegno in questa fantastica azienda. Non vediamo l’ora di aiutare questo favoloso marchio a consolidare la sua posizione riconosciuta nel mondo del lusso e della moda“.