ROCCA GRIMALDA – Un allevatore di 48 anni è stato denunciato dai carabinieri per falsità materiale in certificati fatta da privato, maltrattamento di animali ed esercizio abusivo di professione. È accusato di aver tagliato le orecchie a 2 esemplari di staffordshire terrier, facendosi pagare 300 euro per ciascun intervento; i fatti risalgono al periodo tra il 2015 e il 2016. Secondo quanto riferito dalla Compagnia di Arenzano (Genova) – che prosegue gli accertamenti per verificare se l’uomo possa aver avuto dei complici – si tratta di un’operazione che può essere effettuata solo per problemi sanitari e non estetici.

A dare il via alle indagini è stata la denuncia presentata da un veterinario residente a Ovada e con studio a Rossiglione (Genova). Convocato dall’Ordine professionale ligure che gli aveva chiesto chiarimenti su due certificazioni presentate a suo nome, il medico aveva spiegato che non era stato lui a compilarle, specificando anche che i timbri in calce erano falsi.